Attualità
CONTINUA LA PROTESTA AL PROGETTO

Raccolta firme contro il progetto di via Rimembranze a Trezzano: "No a un parcheggio inutile"

I primi a cominciare la dura battaglia contro il piano dell’Amministrazione sono stati i consiglieri del Movimento 5 Stelle che da subito si sono opposti alla costruzione.

Raccolta firme contro il progetto di via Rimembranze a Trezzano: "No a un parcheggio inutile"
Attualità Trezzano, 28 Marzo 2022 ore 13:13

Sabato scorso in via Treves sono stati allestiti quattro gazebi per raccogliere le firme contro il progetto di via Rimembranze a Trezzano. La replica dell'Amministrazione: "Il progetto di riqualificazione in via Rimembranze è un’opera necessaria per migliorare la vivibilità della zona. Gli alberi purtroppo in fin di vita saranno sostituiti".

Raccolta firme contro il progetto di via Rimembranze

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Prosegue la raccolta firme e la protesta per dire no al progetto del parcheggio di via Rimembranze.

Dal Movimento 5 Stelle il primo no al progetto

I primi a cominciare la dura battaglia contro il piano dell’Amministrazione sono stati i consiglieri di opposizione, in particolare del Movimento 5 Stelle che da subito si sono opposti alla costruzione. Soprattutto “all’abbattimento degli alberi presenti e alla colata di cemento che distruggerà il parco”, ha dichiarato la consigliera dei Cinque Stelle Zina Villa.

Sabato scorso la raccolta firme

Sabato, in via Treves “lungo il parco, perché a noi piace chiamarlo ancora così”, hanno scritto gli attivisti, sono stati allestiti quattro gazebi per raccogliere le firme “contro un parcheggio inutile che costerà alla città 469mila euro. Numerosi cittadini si sono fermati ed espresso solidarietà all’iniziativa, siglando la petizione contro la colata di calcestruzzo.

Torneremo ancora sul territorio per proseguire la nostra civile protesta e raccogliere firme. Ringraziamo – concludono gli organizzatori dei banchetti – tutti i cittadini che come noi hanno a cuore il territorio e l’ambiente”.  

LEGGI ANCHE: 

La replica del Comune sugli alberi abbattuti

Dal Comune precisano che “gli alberi abbattuti, undici esemplari, erano purtroppo malati e a rischio crollo, secondo la perizia dell’esperto. Ormai da anni l’Amministrazione ha intrapreso un percorso verso la valorizzazione del territorio e dell’ambiente. Migliaia di alberi piantati e nuovi spazi verdi riqualificati sono solo alcuni esempi, senza dimenticare i progetti di sostenibilità, anche con le imprese, mitigazione e adattamento nei distretti produttivi.

Il progetto di riqualificazione in via Rimembranze - proseguono dal Comune - è un’opera necessaria per migliorare la vivibilità della zona. Gli alberi purtroppo in fin di vita saranno sostituiti e l’area verde esistente non può certo definirsi un parco, quanto più una zona poco frequentata che merita maggiore valorizzazione e utilità”.

Seguici sui nostri canali