Cronaca
solidarietà dai concittadini

Strappato a Buccinasco il manifesto dedicato a Daniele, morto a 27 anni in un incidente sulla neve

“Stanotte hanno squarciato con una bottiglia rotta il manifesto dedicato a mio fratello Daniele, in via Pietro Micca”, ha scritto sui social Alessandro.

Strappato a Buccinasco il manifesto dedicato a Daniele, morto a 27 anni in un incidente sulla neve
Cronaca Buccinasco, 13 Giugno 2022 ore 11:07

Strappato a Buccinasco il manifesto dedicato a Daniele, morto nel 2018 a 27 anni in un incidente sulla neve.

Il manifesto dedicato a Daniele strappato nella notte

BUCCINASCO – Un gesto vile, senza senso, compiuto da persone senza scrupoli. Troppo facile chiamarle ragazzate. Qua si tratta di un atto semplicemente ignobile.

Il fratello Alessandro ne ha dato notizia

“Stanotte hanno squarciato con una bottiglia rotta il manifesto dedicato a mio fratello Daniele, in via Pietro Micca”, ha scritto sui social Alessandro. Daniele Della Calce è tragicamente scomparso, a soli 27 anni, nel 2018, a seguito di un incidente sulla neve con il suo snowboard. La famiglia, gli amici, non l’hanno mai dimenticato. Impossibile, del resto. Per lui, è stato realizzato un murale e una dedica nel “suo” parchetto, quello che viveva con gli amici, tra via Emilia e Micca. Qui l’Amministrazione ha voluto dedicare un pensiero, una targa. “Resto qui, dove mi piaceva. In ogni chiacchiera, in ogni risata, in ogni sogno sarò con voi. Lasciate che questo resti un angolo bello del mondo”, la scritta sulla targa.

Solidarietà dai cittadini per il vile gesto

Sotto, “in memoria di Daniele Della Calce, che ha saputo renderci migliori”. A ornare la targa, c’era anche un manifesto che rappresentava il giovane, ricordo prezioso di chi ha amato Daniele. “La zona è fornita d telecamere – aggiunge il fratello – e abbiamo intenzione di approfondire con la visione di tutti i filmati, per scoprire il responsabile di questo gesto”.

Tanta solidarietà alla famiglia Della Calce da parte dei cittadini, che hanno commentato esprimendo vicinanza e condanna per un atto senza senso.