Il murale in ricordo di Daniele, a due anni dalla tragica scomparsa

Ora per ricordare Daniele, oltre ad un "pezzo" di parco vicino a casa sua, c’è anche un murale realizzato da Cryf ed Elohim.

Il murale in ricordo di Daniele, a due anni dalla tragica scomparsa
Attualità 16 Giugno 2020 ore 10:51

Il murale in ricordo di Daniele, a due anni dalla tragica scomparsa.

Il murale in ricordo di Daniele, a due anni dalla tragica scomparsa

BUCCINASCO – Un amico di Daniele, in un momento di ricordo, aveva detto che quando muore qualcuno muore tutto l’universo. Ed è vero, perché la perdita soffoca, toglie il respiro, accelera i battiti ma poi li ferma per istanti interminabili. E dopo il dolore, che non finisce mai, che fa patire giorno dopo giorno, c’è sempre il sorriso del ricordo. Lo ricordano gli amici, la famiglia, chiunque abbia avuto la fortuna di incrociare quel sorriso.

La tragica scomparsa due anni fa tra le sue amate nevi

Daniele Della Calce è morto due anni fa, a soli 27 anni, inghiottito dalla neve che amava, che affrontava con il suo snowboard. “Daniele sopravvive nel suo universo, un’esplosione di molecole immortali”, aveva detto un suo amico il giorno in cui gli è stato dedicato un pezzetto di parco, di fronte a casa sua, luogo di ritrovo con gli amici, di emozioni e di risate. Che risuonano ancora tra quelle panchine, sui fili d’erba e le margherite, sotto la targa che lo rende immortale. “Resto qui, dove mi piaceva. In ogni chiacchiera, in ogni risata, in ogni sogno, sarò con voi. Lasciate che questo resti un angolo bello del mondo. In memoria di Daniele Della Calce, che ha saputo renderci migliori”. Quella targa è un ricordo, ma anche un insegnamento, la voglia di non dimenticare.

Un murale: bellezza per la città nel ricordo di Dano

E ora per ricordare Daniele, per far voltare i passanti, per far scattare nella testa la domanda su chi rappresenta quel disegno, c’è anche un murale. C’è Daniele di spalle, in sella alla sua bici, che pedala verso l’orizzonte, tra gli alberi, in un viale solitario. E noi tutti a guardarlo mentre raggiunge il suo posto preferito. Perché Daniele ci ha lasciati a osservarlo mentre va lontano. Noi, un passo indietro. Quel muro, di proprietà Gruppo Cap che lo ha reso disponibile, ora ha un significato.

Con le bombolette di Simone Grimaldi ed Elona Vrapi, in arte Cryf ed Elohim, ha assorbito un valore, un messaggio, un insegnamento. Lo stesso valore che hanno percepito subito il Comune di Buccinasco che ha patrocinato l’iniziativa e Retake Buccinasco, l’associazione che fa bella la città, capace non solo di ripulire dove gli incivili sporcano, ma anche di “seminare bellezza”, come piace dire ai retaker, per trasformare la città in un’opera d’arte. E poi c’erano loro, gli amici di Daniele, la famiglia, le persone che conoscevano Daniele e lo portano nel cuore, ognuno a suo modo ha contribuito a rendere speciale quel muro, anche solo passando di lì, con uno sconosciuto a Buccinasco, per dirgli: quello è per Daniele. Qui ancora vive.

FG

LEGGI ANCHE:

[icon name=”external-link-square” class=”” unprefixed_class=””] Il ricordo a Daniele Della Calce, Grazie Dani, per averci reso migliori FOTO

[icon name=”external-link-square” class=”” unprefixed_class=””] Ciao Dano | I messaggi degli amici nella nostra edizione cartacea

[icon name=”external-link-square” class=”” unprefixed_class=””] Silenzio e lacrime a Buccinasco: Ciao Dano

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste