Giornale dei Navigli > Cronaca > Omicidio Rozzano, 20 anni al killer che uccise il suocero per abusi sulla figlia
Cronaca Rozzano -

Omicidio Rozzano, 20 anni al killer che uccise il suocero per abusi sulla figlia

I due erano accusati di omicidio volontario premeditato e il pm aveva chiesto l’ergastolo per entrambi.

Omicidio Rozzano

Omicidio Rozzano, 20 anni al killer che uccise il suocero per abusi sulla figlia.

20 anni al killer che uccise il suocero per abusi sulla figlia

ROZZANO – Vent’anni di carcere: è la condanna in rito abbreviato per il 35enne E.S., accusato di aver ucciso l’ex suocero, ritenuto responsabile di abusi sulla nipotina (figlia del killer).

Condannato anche il complice

Diciotto anni di condanna per il complice, 26enne, anche lui di Rozzano, per aver accompagnato in scooter l’assassino nel parchetto di via Venezia, dove è stato ucciso il 63enne, padre dell’ex compagna del killer. I due erano accusati di omicidio volontario premeditato e il pm aveva chiesto l’ergastolo per entrambi.

L’omicidio lo scorso 25 febbraio

Il gup Aurelio Barazzetta ha riconosciuto le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti. L’omicidio era avvenuto il 25 febbraio, giorno in cui si era tenuto in Tribunale l’incidente probatorio sulla bambina, figlia dell’assassino, che avrebbe confermato gli abusi subiti dal nonno. Di recente, l’ex compagna del 35enne, si è costituita parte civile nel processo, con una richiesta simbolica di risarcimento di un euro, per prendere le distanze dal gesto compiuto dall’ex compagno.

LEGGI ANCHE:

 Omicidio di Rozzano, l’ex compagna del killer si costituisce parte civile

 Omicidio di Rozzano | Uccise il suocero accusato di abusi sulla figlia: chiesto l’ergastolo

 Omicidio Rozzano | Costituiti i responsabili. Ecco chi sono

 Omicidio di Rozzano, vicini alla soluzione del delitto VIDEO

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente