Giornale dei Navigli > Cronaca > Coronavirus a Milano: rinviata Inter, Università chiuse, chiudono scuole e uffici AGGIORNAMENTI ORA PER ORA
Cronaca Naviglio grande -

Coronavirus a Milano: rinviata Inter, Università chiuse, chiudono scuole e uffici AGGIORNAMENTI ORA PER ORA

Due casi di Milano, oltre al 40enne che lavora a Cesano Boscone. Il consiglio dei ministri ha stabilito alcune misure restrittive.

Coronavirus Milano Inter Università

Coronavirus a Milano: rinviata Inter, Università chiuse, chiudono scuole e uffici.

Coronavirus a Milano: rinviata Inter, Università chiuse, chiudono scuole e uffici AGGIORNAMENTI ORA PER ORA

20,47 Il Premier Conte: “Nessuna preoccupazione per approvvigionamento alimentare”

“So della preoccupazione che c’è a Milano. Cominciamo con il dire che non c’è preoccupazione per l’approvvigionamento alimentare. Non siamo di fronte a una carestia alimentare”, così il premier Giuseppe Conte

19,00 casi in Italia sono 152

I casi di coronavirus in Italia sono 149, comprendendo anche i tre decessi e uno guarito. Nel dettaglio regionale, abbiamo: 112 in Lombardia (con due decessi), 22 in Veneto (con un decesso), 9 in Emilia Romagna, 3 in Piemonte, 3 in Trentino Alto Adige e 3 nel Lazio (con un guarito).

ore 17,42 Lombardia: chiusi dalle 18 pub e discoteche

“Abbiamo disposto la chiusura dalle ore 18 dei luoghi commerciali di intrattenimento o svago, non i ristoranti, quindi pub e discoteche, luoghi dove si trovano molte persone” sempre Gallera durante la conferenza stampa.

17,30 Un morto a Crema

“Abbiamo un altro decesso in Lombardia, a Crema, una donna che era ricoverata in oncologia con una situazione molto compromessa e aveva anche il coronavirus”. Lo ha spiegato l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera.

15,44 Coronavirus, sei persone contagiate a Torino

In Piemonte sono già sei le persone contagiate dal Coronavirus.Tre sono torinesi, altri tre della provincia di Cuneo. Lo conferma il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio con una nota:

Il presidente della Regione dichiara che i casi accertati di Coronavirus in Piemonte sono diventati sei: tre nella provincia di Cuneo e tre nella provincia di Torino. I casi nel Cuneese riguardano cittadini cinesi arrivati dalla Cina il 19 febbraio, quelli del Torinese  sono cittadini italiani. Sono in corso analisi e verifiche per individuare e isolare il ceppo del contagio.

Sono invece una ventina i casi sotto stretta osservazione.

15,34 Sospese tutte le messe in Lombardia

Tutte le funzioni religiose in  Lombardia sono state sospese e gli oratori sono stati chiusi. Così le diocesi hanno recepito l’ordinanza della Regione Lombardia per l’emergenza coronavirus.

15,22 Quattro casi positivi in provincia di Bergamo

Quattro i casi di coronavirus nella Bergamasca, dove nel pomeriggio è stato chiuso il Pronto soccorso dell’ospedale di Alzano Lombardo, dove si sono registrati due casi (un paziente e un infermiere). Il Pronto soccorso è in isolamento e si sta valutando se chiudere l’intero ospedale. Gli altri due casi si sono registrati a Seriate e Bergamo.

14,55 Tutte le scuole chiuse in Piemonte

Scuole di ogni ordine e grado chiuse per una settimana in Piemonte per l’emergenza Coronavirus, così come le attività didattiche in tutte le Università e al Conservatorio di Torino. Edisu Piemonte sospenderà dalla mezzanotte di questa sera il servizio di sale studio e mensa.

13,50 In Veneto chiuse tutte le scuole fino al 1 marzo

Finita la riunione della task force del Veneto in collegamento nazionale con il Capo della Protezione Civile Nazionale Angelo Borrelli e il Ministro Roberto Speranza. Aggiornamento delle 13.30. Appena uscito dall’incontro il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha confermato:

“Annunciamo che l’ordinanza è firmata e prevede la chiusura e interdizione di tutte le manifestazioni che contemplano aggregazioni di persone (dai carnevali in giù), eventi sportivi e ludici, sia su suoli privati che pubblici, inoltre è prevista la disinfezione dei treni regionali e non, e la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado fino al 1 marzo compreso“. Un’ordinanza dura e molto restrittiva ma che, come ha detto Zaia, è “l’unica che ci consente di sperare di poter ancora arginare il contagio”.

13,01 Chiuse tutte le scuole e sospese tutte le manifestazioni aggregative

LEGGI QUI L’ORDINANZA DI REGIONE LOMBARDIA

12,34 Rinviato il Concerto della Civica Pozzi di Corsico

IN VIA DEL TUTTO PRECAUZIONALE, LA DIREZIONE DELLA CIVICA SCUOLA DI MUSICA A. POZZI DI CORSICO (MI) HA DECISO DI RIMANDARE A DATA DA DESTINARSI IL CONCERTO PROGRAMMATO PER OGGI POMERIGGIO ALLE ORE 17.

12,32 Pattuglie in 35 varchi zona rossa del Lodigiano

Le pattuglie delle forze di polizia presidieranno 24 ore al giorno 35 varchi di accesso alla zona rossa nel lodigiano: il territorio di 10 comuni. 8 varchi per entrare nel territorio di Vò Euganeo. Il piano di cinturazione delle zone individuate come focolaio dalla diffusione del Coronavirus è stato definito questa mattina al Dipartimento di Pubblica Sicurezza presieduta dal capo della Polizia Franco Gabrielli, in contatto costante con i prefetti di Lodi e Padova.

ore 12,30 Primi casi di Coronavirus a Monza

E’ risultato positivo al tampone un uomo che giovedì era stato trasportato al San Gerardo da Crema per gravi problemi di salute da un’equipe sanitaria partita da Monza. Ricoverato in Terapia intensiva, è risultato poi positivo anche al Coronavirus. L’equipe è sotto osservazione per capire se ci sono stati o meno contagi.

Lissonese sotto osservazione

Un lissonese questa mattina, domenica 22 febbraio,  ha contattato il 112 per sintomi influenzali. A preoccuparlo il fatto di aver corso una gara a Portofino insieme al primo paziente di Codogno risultato poi positivo al virus. Trasportato intorno alle 10 al San Gerardo, è ora sotto osservazione.

ore 12,10 Coronavirus, tende da campo davanti a tutti i Pronto Soccorso del Piemonte

L’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, d’intesa con il coordinatore dell’Unità di crisi regionale sul “coronavirus covid19”, ha disposto l’allestimento presso tutti i Pronto soccorso del Piemonte di tende pneumatiche della Protezione civile per le attività di pre-triage, in modo che gli eventuali casi sospetti di contagio possano accedere a un percorso differenziato, a tutela delle norme di prevenzione che impediscono la diffusione del virus.

ore 11,58 Ordinanza di Sesto per il Coronavirus: scuole chiuse, annullati tutti gli eventi pubblici

Il cittadino 78enne residente a Sesto San Giovanni ricoverato da una settimana all’ospedale San Raffaele di Milano è risultato positivo al Coronavirus dopo la controprova sui campioni biologici. Il sindaco di Sesto San Giovanni ha quindi predisposto un’ordinanza per la città.

“Le scuole cittadine di ogni grado verranno chiuse da domani, fino a nuova disposizione. Annullati tutti gli eventi sportivi sul territorio di Sesto San Giovanni, le gite scolastiche in Italia e all’estero, gli eventi culturali e tutte le manifestazioni pubbliche. Chiuderemo anche le biblioteche e i centri anziani. Sospesi anche gli eventi legati al carnevale previsti per il prossimo fine settimana”.

ore 8,39 Positivo al coronavirus il 17enne in Valtellina

Ieri, sabato 22 febbraio 2020, si è svegliato con la febbre molto alta. I famigliari hanno dunque deciso di chiamare il 112. La centrale operativa ha fatto scattare il protocollo di intervento. Il giovane è stato sottoposto a tampone dal personale dell’Ats della Montagna.
Nell’attesa per gli esiti del tampone sono state individuate le persone con cui il 17enne è entrato in contatto. Tra questi altri studenti valtellinesi che frequentano lo stesso istituto agrario a Codogno, alcuni di essi avrebbero fatto con lui il viaggio di ritorno in treno.

MILANO – Come già annunciato ieri sera, si è registrato un secondo caso nel Milanese. Si tratta di un uomo di Mediglia, che era stato ricoverato originariamente a Melegnano per poi essere trasferito al Sacco. Si tratta del contagiato da Covid-19 numero 47 in Lombardia. Sempre di ieri il primo caso accertato nel Milanese: quello di un anziano di Sesto San Giovanni attualmente ricoverato all’ospedale San Raffaele. Il numero dei contagiati in Italia ha raggiunto quota 133: 89 solo in Lombardia, 17 Veneto, 2 Emilia e Lazio, 1 Piemonte.

Il lavoratore di Cesano Boscone ricoverato a Torino

Massima attenzione anche per quanto riguarda il 49enne di Torino risultato positivo ieri: è stato accertato che l’uomo collabora con una ditta di Cesano Boscone, dove si reca due volte alla settimana, in treno.

LEGGI QUI:  Caso Coronavirus di un lavoratore di Cesano Boscone, la conferma dal sindaco

Inter Sampdoria rinviata, Università chiuse

Il Coronavirus ferma, almeno in parte, Milano: il consiglio dei ministri conclusosi nella notte ha stabilito alcune misure restrittive. Lo spiega con una nota su facebook il sindaco Beppe Sala: “Si sospendono le lezioni nelle Università, mentre per le scuole il Ministero competente non ha disposto misure restrittive se non la sospensione delle gite scolastiche”. Anche numerose grandi aziende private milanesi stanno contattando i dipendenti provenienti dalle zone del focolaio indicando loro di non recarsi sul luogo di lavoro ma di operare tramite home working.

Lo stop a tutte le attività sportive in Lombardia e Veneto

Ad essere rinviata non è solo Inter Sampdoria, originariamente prevista per questa sera, domenica 23: il ministro Vincenzo Spadafora ha già annunciato la determinazione a sospendere tutte le attività sportive programmate per oggi in Veneto e in Lombardia. Rinviate  quindi anche Atalanta-Sassuolo e Verona-Cagliari. Il provvedimento sarà allargato, riporta la Gazzetta, a tutte le discipline sportive nelle due regioni. Rinviate quindi tutte le partite del campionato di Serie D in programma in Lombardia dei gironi A, B e D. Rinviate anche tutte le partite in programma in Veneto del girone C.

11 Comuni rimangono in quarantena: divieto di ingresso e uscita

Il consiglio dei ministri ha stabilito di mettere in quarantena undici comuni tra Lombardia e Veneto: si tratta di Vò Euganeo, Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano. In questi comuni, ha spiegato il premier Giuseppe Conte, “non sarà consentito l’ingresso e l’allontanamento, salvo specifiche deroghe da valutare di volta in volta. In quelle aree è già stata disposta la sospensione delle attività lavorative e delle manifestazioni”.

Approntato un numero verde: 800 89454

E’ stato approntato un numero unico di emergenza Lombardia per il Coronavirus: 800 89454. L’invito è, per chiunque riscontri sintomi influenzali e respiratori, di non recarsi in ospedale, ma contattare tale numero.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente