la polemica

Murale per le vittime delle foibe, Imberti: “Cancellare subito, il cimitero non è un centro sociale”

Alle parole del consigliere leghista è seguita la replica della lista Noi di Buccinasco e del sindaco Pruiti.

Politica Buccinasco, 01 Febbraio 2021 ore 15:35

Murale per le vittime delle foibe, Imberti: “Cancellare subito, il cimitero non è un centro sociale”.

Murale per le vittime delle foibe, Imberti: “Cancellare subito, il cimitero non è un centro sociale”

BUCCINASCO – Monta la polemica per il murale realizzato all’ingresso del cimitero. Un disegno creato dall’artista della street art Mario Jin (già autore dei disegni su muro dedicati a Ennio Morricone e Giancarlo Siani) per commemorare le vittime del massacro delle foibe.

Le parole del consigliere Imberti

“Ennesimo murale a spese dei cittadini – commenta il consigliere leghista Manuel Imberti –. Ho presentato in consiglio comunale una mozione per intitolare una strada o una piazza ai martiri delle foibe. Il Comune ha pensato invece di ripiegare su un parco tra via Verdi e via Meucci e apporre una targa sul vicino muro”. Ma il muro è condominiale e l’amministratore non ha dato il permesso al Comune di apporre la targa commemorativa.

“L’Amministrazione ha quindi fatto realizzare un murale all’ingresso del cimitero – ancora Imberti –. Chiedo che il disegno venga immediatamente cancellato e il muro ripristinato come era: non è un luogo adatto, il cimitero non è un centro sociale. L’idea originaria non è contenuta sulla mozione. Questo murale non è il modo corretto per ricordare le vittime delle foibe”.

La replica della lista Noi di Buccinasco

Non è tardata ad arrivare la risposta della lista civica “Noi di Buccinasco” alla polemica sollevata dal consigliere La risposta della lista civica “Noi di Buccinasco” inizia con la richiesta di “rispetto per i martiri. Un atteggiamento, quello del consigliere, vergognoso. Questa è la storia di ciò che succede quando la ricerca disperata di avere un ruolo politico passa sopra ogni limite di dignità e rispetto”.

“Per il Giorno del Ricordo, l’amministrazione comunale sta preparando una commemorazione senza precedenti – spiegano dalla lista civica –, e ha realizzato l’opera di un artista su una grande parete di via Romagna.  In un primo momento Imberti si dichiara soddisfatto, ringrazia addirittura l’amministrazione. Poi all’improvviso l’illuminazione: Imberti, forse consigliato o imbeccato, capisce che può, a spese dei martiri delle foibe, speculare politicamente e attaccare l’amministrazione”.

“Gira un video vergognoso di fronte a un luogo sacro con il fare da inviato in cui definisce l’opera “da centro sociale”. Che Imberti non ci pigli con la politica lo sappiamo già da tempo, ora abbiamo anche dei dubbi sui suoi gusti artistici. Rimane il fatto che ai martiri di tutte le stragi, e anche ai cari che riposano nel cimitero, si porta rispetto ed è per questo che non possiamo tacere all’ennesima speculazione politica sulla pelle delle vittime e anche del lavoro altrui”.

Il sindaco Pruiti

Il sindaco Rino Pruiti non intende “entrare in polemica con partiti e con chi cambia idea. Mercoledì celebreremo il Giorno del Ricordo alle 11.30 commemorando le vittime delle foibe con l’inaugurazione di una targa apposta su una parete esterna del cimitero, dove è stato anche realizzato il murale da un artista. Alle 20.30 trasmetteremo in diretta social uno spettacolo a cura di Artènergia e Accademia dei Poeti Erranti con la Scuola Civica di Musica Alda Merini e il patrocinio del Comune”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste