la polemica

Intitolazione a Borsellino, la replica del sindaco: "Troveremo un luogo simbolo"

Dopo il comunicato del Movimento Cinque Stelle arriva la spiegazione del sindaco di Trezzano.

Intitolazione a Borsellino, la replica del sindaco: "Troveremo un luogo simbolo"
Politica Trezzano, 10 Giugno 2021 ore 09:51

Intitolazione a Borsellino, la replica del sindaco: "Troveremo un luogo simbolo".

Intitolazione a Borsellino, la replica del sindaco: "Troveremo un luogo simbolo"

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Si torna a parlare della polemica sull’intitolazione a Borsellino a Trezzano. Dopo il comunicato del Movimento Cinque Stelle, con l’intervento del consigliere regionale Luigi Piccirillo che ha attaccato l’amministrazione sostenendo che “per il Pd e Bottero a Trezzano la lotta alla mafia non è la priorità”, la replica arriva proprio dal primo cittadino.

Il sindaco di Trezzano Fabio Bottero dopo il comunicato del M5S

“Come ho spiegato a lungo in Consiglio comunale - dichiara il sindaco Bottero - apprezzo la proposta di voler intitolare un luogo al giudice Paolo Borsellino, a cui da anni è dedicato anche un murale, e lo considero in linea con la nostra volontà di ricordare le vittime innocenti delle mafie e tenere sempre alta l'attenzione sul tema della legalità e della lotta alla criminalità organizzata. Solo qualche mese fa il Consiglio comunale ha deciso di intitolare la Sala consiliare al sindaco pescatore Angelo Vassallo a tutte le vittime di mafie e ricordo che la Sala si trova all'interno del Centro Socio Culturale intitolato al generale Dalla Chiesa.

Risale a pochi anni fa l'inaugurazione della piazza Salvatore Nuvoletta, giovane carabiniere ucciso dalla camorra e della Casa Lea Garofalo, testimone di giustizia. Tra i luoghi simbolo, anche la piazza Giovanni Falcone con il monumento dedicato alla strage di Capaci e la targa con i nomi deglio uomini della scorta e della moglie Francesca Morvillo: ritengo che aggiungervi il nome di Paolo Borsellino sarebbe riduttivo, non gli renderebbe sufficiente onore e quindi, come ho spiegato in Consiglio, vorrei trovare un altro luogo simbolo da intitolargli dandogli il giusto valore, in modo che tutte le zone della nostra città possano fare memoria di chi ha dato la vita per la giustizia”.