Cronaca
ciao magnifico brutus

Ucciso barbaramente il cigno Brutus, era il re del Parco Nord

Centinaia i commenti sui social di condanna al gesto, rabbia, indignazione e tristezza per la crudele morte di un simbolo.

Ucciso barbaramente il cigno Brutus, era il re del Parco Nord
Cronaca Naviglio grande, 08 Luglio 2022 ore 09:54

E' stato brutalmente ucciso nella notte di giovedì il simbolo del Lago Niguarda del Parco Nord. Si spera di identificare presto il colpevole che ha compiuto un gesto così crudele probabilmente ripreso dalle telecamere.

Era il re del lago di Niguarda

MILANO – Era diventato un simbolo, un “amico” del Parco Nord Milano. Centinaia le foto, i selfie con il cigno Brutus che dal 2015 rallegrava i bambini e stupiva gli adulti con la sua grazia e bellezza.

Il cigno Brutus crudelmente ucciso

Come riporta Prima Milano, l'animale è stato barbaramente ucciso. Lo hanno scoperto le Guardie ecologiche volontarie che stanno visionando i filmati dei circuiti di sorveglianza della zona.

Il presidente del Parco Nord

“Un gesto gravissimo, siamo sconvolti – ha commentato Mario Marzorati, presidente di Parco Nord Milano –. Sarà fatto tutto per poter individuare i responsabili di un reato orribile. Chiediamo a tutti di collaborare”.

Lo ricordano con affetto centinaia di cittadini sui social

“Ciao Brutus – hanno scritto sui social da Parco Nord Milano –. Il nostro amato cigno, elegante e un po' scorbutico, re indiscusso del Lago Niguarda, oggi è stato trovato morto. Siamo tristi e sconvolti per l'uccisione brutale avvenuta a opera umana dell'animale più amato, apprezzato e fotografato del nostro Parco. Lo salutiamo con amarezza e con la promessa di aumentare la sorveglianza e di trovare il responsabile di questo orrendo gesto”.

Centinaia i commenti sui social di condanna al gesto, rabbia, indignazione e tristezza per "la morte di un simbolo. Chi ha compiuto questo gesto terribile deve pagare per quello che ha fatto”.