Giornale dei Navigli > Cronaca > Svincolo killer, posizionati i nuovi lampioni a led nell’incrocio pericoloso
Cronaca Trezzano -

Svincolo killer, posizionati i nuovi lampioni a led nell’incrocio pericoloso

Sia il sindaco che i cittadini non si accontentano e chiedono a Città metropolitana e Serravalle un intervento risolutivo.

svincolo killer

Svincolo killer, posizionati i nuovi lampioni a led nell’incrocio pericoloso.

Svincolo killer, posizionati i nuovi lampioni a led nell’incrocio pericoloso

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Un altro intervento per la sicurezza sullo svincolo killer, l’incrocio pericoloso tra l’uscita della Tangenziale Ovest e la Strada Vecchia Vigevanese.

Non un intervento risolutivo

Non è certo un lavoro che risolve il problema della pericolosità e dei continui incidenti sul tratto, come aveva affermato già il sindaco Fabio Bottero a ottobre, quando erano stati posizionati da Serravalle i plinti su cui issare i nuovi pali della luce. Rimane un tentativo-tampone contro la criticità di quella porzione di strada, al centro di continue polemiche e di richieste di intervento da parte delle istituzioni e del Comitato di cittadini che da anni si batte per cercare soluzioni.

Una duplice rotonda?

Le nuove lampade a led dovrebbero garantire una migliore luminosità dell’area, consentendo una visuale più chiara delle auto in transito. Ma sia il sindaco che i cittadini non si accontentano e chiedono che Città metropolitana e Serravalle si possano occupare con concretezza del problema, magari realizzando il progetto della duplice rotonda che smisterebbe il traffico e consentirebbe una circolazione più fluida.

LEGGI ANCHE

 A che punto siamo con la messa in sicurezza dello svincolo killer?

 Incidente allo svincolo killer: due feriti e rallentamenti

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente