Ripiantumazioni in via Salieri: trovato amianto nei terreni

L'area è quella dove due anni fa l'operatore del verde aveva abbattuto 130 alberi sani per errore.

Ripiantumazioni in via Salieri: trovato amianto nei terreni
Cronaca Buccinasco, 04 Marzo 2021 ore 11:48

Ripiantumazioni in via Salieri: trovato amianto nei terreni.

Ripiantumazioni in via Salieri: trovato amianto nei terreni

BUCCINASCO – Amianto nell’area verde di via Salieri, quella interessata dal progetto di riqualificazione ambientale del Comune.

Quantità che preoccupano

Un ritrovamento che non preoccupa per le quantità, ma il materiale dovrà comunque essere raccolto in sicurezza e smaltito. Si parla dell’area dove due anni fa l’operatore del verde aveva abbattuto, senza alcuna autorizzazione, 130 alberi sani. Un gravissimo errore che ha fatto finire la vicenda in tribunale, con una richiesta di maxi risarcimento da parte del Comune. La terribile “svista” ha provocato un danno ambientale enorme, con un’intera area disboscata.

I lavori non si fermeranno

Il Comune ha cominciato il piano di rinascita di via Salieri ma il progetto deve superare l’ostacolo amianto. “Oltre alla normale prudenza – spiega il sindaco Rino Pruiti – raccomandiamo davvero un’attenzione particolare, visto che i durante i lavori purtroppo si è reso necessario mettere in sicurezza una porzione di area perché sulla scarpata a lato del ponte è stato trovato dell’amianto. Si dovrà quindi procedere con la rimozione e lo smaltimento del materiale ma questo non fermerà i lavori di riqualificazione.

Il progetto

Ci sarà una prima fascia boscata multifunzionale – illustra il progetto il sindaco – con 100 alberi, mentre altri 70 alberi si pianteranno in una seconda fascia che sarà collegata ad altre aree boscate già esistenti con funzione di barriera antirumore e infine nella via per Rovido ci saranno i 400 arbusti”.

Raccomandazioni

“Si richiede la collaborazione e un po’ di pazienza ai cittadini che di consueto utilizzano l’area che è stata circoscritta e recintata, impedendone l’accesso proprio per consentire la realizzazione del progetto di riqualificazione – richiama all’attenzione il Comune –. Le operazioni, infatti, potrebbero essere compromesse dalla presenza di persone non autorizzate. È importante non accedervi e non rimuovere le recinzioni poste a tutela delle nuove piantumazioni: nonostante il cantiere sia stato allestito da pochi giorni, purtroppo le recinzioni sono state divelte in più punti”.