Giornale dei Navigli > Cronaca > Coronavirus in Lombardia: i contagiati salgono a 25. Morto uno dei uomini contagiati in Veneto
Cronaca Naviglio grande -

Coronavirus in Lombardia: i contagiati salgono a 25. Morto uno dei uomini contagiati in Veneto

Salgono a 25 i contagiati in Lombardia, dieci paesi in isolamento: "Non uscite", il monito dell'assessore Gallera.

coronavirus

Coronavirus in Lombardia: i contagiati salgono a 25. Morto uno dei uomini contagiati in Veneto.

Coronavirus in Lombardia: i contagiati salgono a 25. Morto uno dei uomini contagiati in Veneto

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI ODIERNI A QUESTO LINK

AGGIORNAMENTO ORE 9,00: I contagiati da Covid-19 in Lombardia salgono a 25. Tre invece i casi nel Veneto

AGGIORNAMENTO ORE 00,15: È morto uno dei uomini contagiati in Veneto. L’uomo risultato positivo al Coronavirus è deceduto venerdì sera poco dopo le 22.45 all’ospedale di Schiavonia (Padova). Lo ha confermato il Governatore Zaia ad ANSA. Per creare un cordone sanitario attorno a Vo’ Euganeo, affronteranno il tampone 4.200 persone. Inoltre Fontana, Governatore della Lombardia, ha comunicato che è stato individuato un nuovo caso presso l’Ospedale Civile di Cremona, già ricoverato da diversi giorni in pneumologia.

AGGIORNAMENTO ORE 22: Sale a 15 il numero di contagiati il Lombardia e 2 in Veneto. Bloccate diverse partite di calcio. Oltre 50mila persone in “isolamento presso il proprio domicilio” in 10 comuni: chiuse scuole, chiese, attività. Per una settimana gli abitanti dovranno rimanere in casa. Si tratta di Codogno, Casalpusterlengo, Maleo, Fombio, Somaglia, Castiglione d’Adda, Bertonico, San Fiorano, Castelgerundo, Terranova dei Passerini, tutti in provincia di Lodi.  Trenord ha disposto da sabato la chiusura delle stazioni di Codogno, Maleo e Casalpusterlengo.

Allarme Coronavirus, partite di calcio e basket rinviate: ecco quali

 Allarme Coronavirus Lombardia: sintomi, indicazioni e comportamenti da seguire

Il video rilasciato dal Ministero della Salute

AGGIORNAMENTO: Sono sei i contagiati in Lombardia, secondo quanto riportato nella conferenza stampa in regione Lombardia dall’assessore Gallera. Oltre alla moglie del 38enne già ricoverato da stanotte all’ospedale di Codogno e di una terza persona amico di famiglia che si è presentata spontaneamente in un ospedale con sintomi di polmonite e che avrebbe avuto dei contatti con il 38enne si sono aggiunte tre persone che vivono in zona. 250 persone sono venute a contatto con i contagiati sottoposte a tampone. L’appello di Gallera: “Non intasate il Pronto Soccorso, c’è un protocollo”. L’Assessore aveva già inviato una nota in mattinata: «Si invitano tutti i cittadini di Castiglione d’Adda e di Codogno, a scopo precauzionale, a rimanere in ambito domiciliare e ad evitare contatti sociali. Per coloro che riscontrino sintomi influenzali o problemi respiratori l’indicazione perentoria è di non recarsi in pronto soccorso ma di contattare direttamente il numero 112 che valuterà ogni singola situazione e attiverà percorsi specifici per il trasporto nelle strutture sanitarie preposte oppure ad eseguire eventualmente i test necessari a domicilio. È attiva da ieri sera una task force regionale che sta operando in stretto contatto con il Ministero della Salute e con la Protezione Civile. La maggior parte dei contatti delle persone risultate positive al Coronavirus è stata individuata e sottoposta agli accertamenti e alle misure necessarie».

La diretta da Regione Lombardia

MILANO – E’ un uomo di 38 anni, italiano; in questo momento si trova ricoverato nel reparto di terapia intensiva dellʼospedale di Codogno.

I fatti

L’uomo era arrivato giovedi sera al Pronto Soccorso dell’ospedale di Codogno con evidenti difficoltà respiratorie. Da una prima ricostruzione, non ancora confermata ufficialmente, sembra che l’uomo fosse stato a cena, a fine gennaio, con dei colleghi di lavoro tornati dalla Cina. Subito in ospedale è scattato il protocollo previsto in questi casi, con l’evacuazione dei pazienti presenti in pronto soccorso e il loro trasferimento dal servizio di Codogno a quello di Lodi.

La positività

Il primo test, svolto nei laboratori dell’ospedale Sacco, uno dei tre centri specializzati regionali, ha evidenziato la positività al COVID-19; ora sono in corso le controanalisi allo Spallanzani; i risultati saranno resi noti nelle prossime 24 ore. Se la positività fosse confermata, non ci resterà che prender nota del primo caso di Coronavirus in Lombardia.

L’assessore Gallera

L’assessore regionale al welfare ha dichiarato: «Gli accessi al pronto soccorso di Codogno e le attività programmate, a livello cautelativo, sono attualmente interrotte. Le persone che sono state a contatto con il paziente sono in fase di individuazione e sottoposte a controlli specifici e alle misure necessarie». «Per il 38enne italiano risultato positivo al test del coronavirus – ha aggiunto l’assessore – sono in corso le controanalisi a cura dell’istituto superiore di sanità». Gallera ha poi annunciato una conferenza stampa per la mattinata di venerdì.

Ulteriori Aggiornamenti

Poco prima delle otto di venerdi mattina, l’assessore Gallera, intervenuto a Sky Tg24, ha aggiunto altri particolari. L’uomo ricoverato ha cenato nei primi giorni di febbraio con un suo collega, asintomatico, rientrato il 20 gennaio dalla Cina. Verso metà febbraio ha cominciato ad avere febbre, ma visitato in pronto soccorso, non presentando altri sintomi non era stato trattenuto dal personale medico. Giovedi con un quadro clinico complicatosi, si è reso necessario il ricovero e dal test è emersa la positività. A questo punto sono iniziate prontamente le operazioni per individuare il maggior numero di persone che hanno avuto contatti con il 38enne, partendo dalla moglie, il collega, il personale medico e paramedico; per loro è già stato disposto l’isolamento in casa, (ove possibile) oppure in altri contesti che la Regione ha individuato. Gallera ha poi confermato una conferenza stampa per la mattinata di venerdì.

Per tutti gli aggiornamenti sul caso seguite i nostri colleghi di primalodi.it

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente