Giornale dei Navigli > Cronaca > Pm10 oltre la soglia: oggi scatta il blocco dei diesel Euro 4
Cronaca Naviglio grande Sud Milano -

Pm10 oltre la soglia: oggi scatta il blocco dei diesel Euro 4

Da oggi, martedì 19 febbraio 2019, valido non solo a Milano.

blocco dei diesel

Pm10 oltre la soglia: oggi scatta il blocco dei diesel Euro 4.

Pm10 oltre la soglia: oggi scatta il blocco dei diesel Euro 4

MILANO – Ancora dati scoraggianti per la qualità dell’aria milanese. I valori del Pm10 registrati dalle centraline segnalano una situazione ancora una volta preoccupante, con accumuli di inquinanti e superamento della soglia dovuti anche a temperature troppo calde per il periodo e l’assenza di piogge da diversi giorni.

Il blocco da oggi, martedì 19 febbraio 2019

Blocco, quindi, dei diesel Euro 4 da oggi e misure antismog di primo livello attivate: divieto di utilizzare il riscaldamento domestico a legna non efficiente e obbligo di tenere le temperature domestiche a 19 gradi in abitazioni e negli esercizi commerciali. Il provvedimento è scattato in seguito al superamento, per quattro giorni consecutivi, della soglia consentita di polveri sottili.

I Comuni interessati dal blocco dei diesel

Nei prossimi giorni i livelli saranno monitorati dall’Arpa per verificare la possibilità di revoca del blocco, valido nei comuni che superano i 30mila abitanti (oltre Milano, Abbiategrasso, Bollate, Cernusco sul Naviglio, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Corsico, Legnano, Paderno Dugnano, Pioltello, Rozzano, San Donato Milanese, Rho, Segrate, Sesto San Giovanni e San Giuliano Milanese). Lo stop è attivo anche Province di Cremona, Lodi, Monza e Brianza, Pavia e Varese.

E dal 25 febbraio scatta l’Area B, scopri come funziona

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente