Cronaca
la bravata di capodanno

Milano, un manichino raffigurante un poliziotto bruciato a Capodanno. Salvini: “Vergognoso”

E' diventato presto virale il video che ritrae un giovane che cosparge di benzina un manichino di cartapesta e gli dà fuoco.

Cronaca Naviglio grande, 02 Gennaio 2023 ore 12:46

E' stato bruciato nella notte di Capodanno a Milano un manichino con le sembianze di un poliziotto. Come riporta Prima Milano è presto arrivata la reazione del ministro Salvini: “Vergognoso”.

Manichino raffigurante un poliziotto bruciato a Capodanno

MILANO - In una notte di Capodanno milanese abbastanza tranquilla non è mancata una bravata che avremmo potuto tranquillamente risparmiarci. Un ragazzo, insieme ad un gruppo di altri giovani, ha bruciato un manichino con la divisa della polizia.

Il video è stato condiviso dalla pagina Welcome to favelas e mostra un ragazzo che cosparge di benzina un pupazzo a grandezza naturale per poi dargli fuoco e allontanarsi. Ovviamente il video è rimbalzato sui social, diventando presto virale.

Individuato il giovane autore del gesto

Dai primi accertamenti della polizia sembra che il giovane autore del gesto sia un giovane italo-ecuadoriano che risiede a Milano che ha agito mentre un amico lo filmava col cellulare. Nel suo paese, in Ecuador, questa usanza di bruciare i fantocci ripieni di petardi l'ultima notte dell'anno è frequente nel giorno di Capodanno e serve a scacciare via le «disgrazie dell'anno passato».

Il commento di Salvini

Matteo Salvini anche la sera di festa non ha perso tempo e ha subito ripreso il video su Instagram commentando: «L’incendiario è sicuramente un cretino, chi ride e applaude è pure peggio». E aggiunge: «Solidarietà alle donne e agli uomini che ogni giorno rischiano la vita per la sicurezza dell’Italia e degli italiani». Anche il Movimento sindacale autonomo di polizia ha dichiarato: «Vedere esplodere un manichino che indossa i nostri colori rievoca molto dolore, considerando che nostri colleghi sono saltati in aria davvero per alto senso del dovere e per gli ideali di legalità e giustizia».

 

Seguici sui nostri canali