Cronaca
ultimissimo aggiornamento

I giovani evasi dal carcere Beccaria: catturato dai carabinieri il quarto ragazzo

Il 17enne è stato individuato a seguito di una segnalazione di un cittadino.

I giovani evasi dal carcere Beccaria: catturato dai carabinieri il quarto ragazzo
Cronaca Naviglio grande, 28 Dicembre 2022 ore 12:08

I carabinieri hanno catturato il quarto dei sette evasi nel giorno di Natale dal carcere minorile Beccaria. Ora all'appello ne mancano ancora tre, tutti italiani.

Catturato anche il quarto dei sette evasi dal Beccaria

MILANO - A tre giorni dalla fuga di Natale dal carcere Beccaria di Milano di sette giovani detenuti, nella serata di ieri, lunedì 27 dicembre, i Carabinieri di Sesto San Giovanni hanno catturato il quarto dei sette evasi.

Trovato a Sesto San Giovanni il quarto evaso

Come riporta Prima Milano, si tratta di un giovane marocchino di 17 anni. I militari sono intervenuti in Piazza Marinai d’Italia a seguito di una segnalazione da parte di un cittadino pervenuta direttamente in Centrale Operativa dei Carabinieri di Sesto San Giovanni per la presenza di un gruppo di ragazzi che si intrattenevano con musica ad alto volume.

Identificato e riaccompagnato al Beccaria

Alla vista dei Carabinieri, alcuni ragazzi si sono dati alla fuga ma sono stati fermati dai militari e proprio uno di essi, è stato subito riconosciuto come uno degli evasi dall’Istituto Penitenziario Minorile di Milano. Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni, il ragazzo verrà ora riaccompagnato nuovamente al carcere minorile "Beccaria".

La fuga di Natale

L'evasione di sette ragazzi tra i 17 e i 19 anni dal carcere minorile Beccaria nel pomeriggio di Natale molto probabilmente è stata da loro programmata e pensata da un po' di tempo, hanno infatti distratto un agente che li sorvegliava mentre erano nel campo da calcio e, approfittando del ridotto personale durante le feste e di alcuni lavori in corso, anche questi da tempo, hanno rotto la protezione di legno che circondava il cantiere  e hanno utilizzato le impalcature presenti per calarsi dal muro di cinta del Beccaria prendendo la via della fuga che per alcuni di loro è stata proprio di breve durata.

I tre già tornati in carcere

Il primo è stato preso infatti subito dopo, si è consegnato convinto da sua sorella che anzichè aiutarlo nella fuga gli ha consigliato di riconsegnarsi per evitare guai peggiori,  un altro ragazzo, Bryan, un 18enne di origine ecuadoriana, è stato beccato poco dopo la fuga quando ha bussato alla porta della suocera. I poliziotti erano lì ad aspettarlo e lo hanno preso.

Per Bryan già convalidato l'arresto per evasione

Oggi Bryan è già comparso davanti al giudice delle direttissime che ha convalidato il suo arresto per evasione: ha raccontato che è fuggito perché voleva andare "in una comunità terapeutica". Maggiorenne da alcuni mesi, al Beccaria ci era finito ad aprile, ancora minorenne, con altri appartenenti alla baby gang 'Z4', non proprio una banda di Latinos, visto che era composta da ragazzi anche italiani, alcuni addirittura meno che quattordicenni, tanto da essere non imputabili.

Un terzo fuggitivo ha scelto anche lui di costituirsi ed è rientrato al Beccaria, ieri, lunedì mattina. Si tratta di un 17enne milanese con precedenti per rapina e lesioni: era dalla zia. All'appello ora ne mancano ancora tre, tutti italiani.

Seguici sui nostri canali