Cronaca
la confessione

Floriana, uccisa con 30 coltellate. Il compagno confessa: "L'ho uccisa io"

L'ha colpita con 30 coltellate, tutte localizzate al collo e al viso. Poi l’ha lasciata morire dissanguata sul pavimento della camera

Floriana, uccisa con 30 coltellate. Il compagno confessa: "L'ho uccisa io"
Milano Aggiornamento:

E' arrivata la confessione: Floriana l'ha uccisa lui, Paolo Riccone il suo compagno. "Ero in preda a un raptus”, ha ammesso davanti ai carabinieri.

Floriana, uccisa con 30 coltellate: confessa il compagno

MILANO – L'ha confessato. Poche parole, ma dette con lucidità. “L’ho uccisa io, l’ho colpita io alla gola. Sono stato io. Ero in preda a un raptus”. Davanti ai carabinieri, al pm e al suo legale, Paolo Riccone, 59 anni, ha ammesso di essere stato lui il responsabile del terribile omicidio.

"Ero in preda a un raptus”

L'ha colpita con 30 coltellate, tutte localizzate al collo e al viso. Poi l’ha lasciata morire dissanguata sul pavimento della camera. Due giorni dopo, il cadavere della milanese Floriana Floris è stato trovato. I vicini hanno dato l’allarme perché non vedevano la coppia nel borgo di Incisa Scapaccino, in provincia di Asti, da un paio di giorni.

Lui ha provato a tagliarsi i polsi e a bere della candeggina, finendo in terapia intensiva sedato e intubato. Si è svegliato ieri e ha confessato tutto: è stato lui a uccidere la compagna. Il fascicolo contro ignoti ora è di omicidio aggravato nei confronti di Riccone.

Le indagini dei carabinieri

I carabinieri del Comando provinciale di Asti, guidati dal tenente colonnello Vittorio Balbo e dal tenente Armando Laviola hanno setacciato l’appartamento, svolgendo tutti i rilievi tecnici, in sinergia poi con i Ris di Parma. Per ora l’arresto è ancora da confermare, ma sarà questione di ore, anche in seguito all’ammissione dell’uomo. Resta da chiarire l’esatta dinamica dell’assassinio, avvenuto presumibilmente mercoledì scorso.

Sul luogo del delitto sono stati trovati due coltelli: potrebbe averli usati entrambi per uccidere la compagna o averne posizionato uno vicino al cadavere di Floriana, per simularne un inverosimile suicidio. L'avvocato dell’uomo ha chiesto una perizia psichiatrica per valutare le condizioni mentali del suo assistito.

Seguici sui nostri canali