OPERAZIONE SAUDADE-BIS

Droga dall’Albania e dal Sud America per le piazze milanesi: 19 arresti

L’operazione ha permesso di disarticolare l’intera rete di spacciatori operanti principalmente sulla piazza milanese.

Droga dall’Albania e dal Sud America per le piazze milanesi: 19 arresti
Cronaca Naviglio grande, 14 Gennaio 2021 ore 16:15

Droga dall’Albania e dal Sud America per le piazze milanesi: 19 arresti.

Droga dall’Albania e dal Sud America per le piazze milanesi: 19 arresti

MILANO – I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano, con il supporto di altri Reparti del Corpo, hanno eseguito in Lombardia, Liguria, Veneto ed Emilia Romagna un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Milano Patrizia Nobile nei confronti di 19 persone, italiane e straniere, per traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

L’ordinanza

L’ordinanza ha previsto 11 ordini di custodia cautelare, dei quali due in carcere e nove agli arresti domiciliari, oltre a otto obblighi di dimora. I militari hanno inoltre eseguito numerose perquisizioni. Il provvedimento dei finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria deriva da una complessa attività investigativa coordinata dalla Procura di Milano, denominata Operazione “Saudade-bis”, che vede indagate quasi quaranta persone e che ha consentito di ricostruire un ingente traffico di droga proveniente dall’Albania e dal Sud America, destinata in Italia attraverso la rotta marittima adriatica e quella aerea.

Le indagini dei militari

L’operazione ha permesso di disarticolare l’intera rete di spacciatori operanti principalmente sulla piazza milanese. Le indagini, avviate dalle Fiamme Gialle del Nucleo di Milano nel 2016, hanno portato al sequestro, in più tranche, di quasi due tonnellate di sostanze stupefacenti (di tipo marijuana, cocaina e hashish), per un controvalore di circa cinque milioni di euro e al precedente arresto, in flagranza di reato, di altre sette persone. Uno degli interventi più significativi eseguiti nell’ambito dell’operazione, a maggio del 2017, ha portato all’attivazione del dispositivo aeronavale del Corpo che ha permesso di intercettare, in Puglia, un’imbarcazione di quasi dieci metri con a bordo oltre 1,5 tonnellate di marijuana, traendo in arresto due albanesi.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste