Cronaca
Le indagini continuano

Diana Pifferi indagata per atti sessuali sulla piccola Diana: trovata una chat con un uomo

Dalle indagini è venuta fuori ora una chat inquietante che ha fatto scattare la denuncia per atti sessuali su minore a carico della donna e di un uomo di 56 anni.

Diana Pifferi indagata per atti sessuali sulla piccola Diana: trovata una chat con un uomo
Cronaca Naviglio grande, 26 Ottobre 2022 ore 10:46

Dalle indagini degli inquirenti che lavorano ora per chiarire i rapporti della donna con gli uomini che conosceva soprattutto su Tinder emerge una chat davvero inquietante tra lei e un uomo di 56 anni.

Diana Pifferi: indagata per atti sessuali sulla piccola

MILANO – Spuntano particolari agghiaccianti sulla morte della piccola Diana, lasciata morire di stenti dalla madre, Alessia Pifferi, 37 anni, che l'aveva abbandonata in casa per sei giorni, provocando così la morte di stenti della piccola di un anno e mezzo.

Una chat che lascia allibiti

Come riporta Prima Milano, dalle indagini è venuta fuori ora una chat inquietante che ha fatto scattare la denuncia per atti sessuali su minore a carico della donna e di un uomo di 56 anni. La Squadra Mobile ha effettuato una perquisizione a casa dell'uomo e sequestrato pc e telefoni per fare luce su quello scambio di messaggi in cui l'uomo esprimeva la volontà di baciare la piccola (“Posso baciarla?” il messaggio) e Pifferi gli rispondeva “Lo farai”.

Gli inquirenti al lavoro per chiarire i rapporti della donna con gli uomini

Gli inquirenti stanno sondando ogni traccia ed esaminando tutti i particolari per fare luce sulle frequentazioni della 37enne, per lo più uomini conosciuti su Tinder. Anche il 56enne bergamasco, autista di Cenate di Sopra, sposato con figli, lo avrebbe conosciuto sulla chat di incontri, per poi scambiarsi quei messaggi su cui sono concentrati gli accertamenti della polizia.

Secondo i legali della donna, ora in carcere, la frase è troppo isolata per provare qualcosa, ma saranno gli approfondimenti degli inquirenti ad appurarlo.

Seguici sui nostri canali