Menu
Cerca

Addio alla cartolaia Gianna, donna simbolo degli anni felici di piazza Libertà

Il ricordo di Gianna Giromini, cartolaia di piazza Libertà, arriva da Giovanna, che insieme a decine di bambini è cresciuta lì, tra i gradini della cartoleria.

Addio alla cartolaia Gianna, donna simbolo degli anni felici di piazza Libertà
Cronaca 23 Ottobre 2020 ore 12:51

Addio alla cartolaia Gianna, donna simbolo degli anni felici di piazza Libertà.

Addio alla cartolaia Gianna, donna simbolo degli anni felici di piazza Libertà

CORSICO – La piazza Libertà di quando c’era la Gianna era un’altra piazza. Colorata, allegra, viva. Una piazza che si animava delle piccole botteghe, dell’odore del pane del prestinaio, del pescivendolo, e della cartoleria della Gianna. Un negozietto che profumava di quaderni nuovi e pagine di libri, soprattutto quelli scolastici, che per prenderli a settembre si formava una lunghissima coda fuori dalle vetrine, al di là di quei gradini del negozio dove i bambini si ritrovavano. Perché la cartoleria della Gianna era un po’ casa, in quella piazza di comunità.

Il commosso ricordo di Giovanna

Il ricordo di Gianna Giromini, cartolaia di piazza Libertà, arriva da Giovanna, che insieme a decine di bambini è cresciuta lì, tra i gradini della cartoleria, il profumo del pane, stringendo la mano del nonno che la portava in giro per i negozi. “Settembre era il periodo più bello – racconta Giovanna –: quella fila lunghissima davanti al negozio, gli acquisti di scuola, i pennarelli, i sussidiari, i libri. Era talmente bello vivere quelle emozioni che per anni ho sognato di lavorare con lei, come qualche universitario o liceale faceva nei periodi di maggiore attività. E poi diventare come lei, come la Gianna, una cartolaia circondata da libri e quaderni, che dava colore alla piazza, un’allegria che si è perduta negli anni ma che rimane viva nel ricordo di tante generazioni. Il ricordo di una Corsico che era veramente comunità, quartiere”.

LEGGI ANCHE: [icon name="external-link-square" class="" unprefixed_class=""]  Piazza Libertà, Noi residenti siamo ostaggio degli ubriachi

La cartoleria della Gianna era un punto di aggregazione per tutti i bambini

Una donna attivissima, in grado di creare aggregazione, un sorriso contagioso, un senso di “creatività, felicità che non dimentichiamo”, aggiunge Giovanna, emozionata nel ricordare quei momenti di infanzia allegra. E come lei tanti altri che hanno avuto il privilegio di incrociare lungo la propria strada la cartolaia Gianna.

Una donna attiva anche nella politica sul territorio

Una donna che aveva militato anche nella politica, tra le file del Partito Comunista degli anni Ottanta. Un sorriso che disegna un’epoca intramontabile, di una vecchia Corsico che esiste solo nei ricordi di chi l’ha vissuta. Un negozio che era punto di ritrovo, tappa obbligata per i genitori degli alunni, luogo sicuro dove trovare allegria per i bambini. Chiusa ormai da diversi anni, la cartoleria ha lasciato memoria di “tempi bellissimi”, ricorda ancora Giovanna. La scomparsa recente della Gianna, detta alla milanese, lascia un vuoto in chi l’ha conosciuta, e riporta alla memoria il valore del tempo trascorso insieme, su quei gradini del suo negozio.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home