Menu
Cerca
Lutto

Addio a Mario Stoppani, il creatore del negozio Peck di Milano

Nel 1970 acquista la piccola bottega in via Spadari trasformandola poi in un marchio riconosciuto ora in tutto il mondo.

Addio a Mario Stoppani, il creatore del negozio Peck di Milano
Cronaca Naviglio grande, 23 Febbraio 2021 ore 12:01

Addio a Mario Stoppani, il creatore del negozio Peck di Milano.

Addio a Mario Stoppani, il creatore del negozio Peck di Milano

MILANO – Un nome storico a Milano, la gastronomia Peck, famosa in tutto il mondo per le specialità e l’ambiente raffinato, elegante.

Una storia che inizia nel 1883

Un negozio passato alla storia meneghina. A renderlo celebre è stato lui, Mario Stoppani, l’imprenditore che ha aperto il negozio nel 1970, acquistandolo dal precedente proprietario. Come riporta Prima Milano, una storia che inizia nel 1883, quando un salumiere di Praga, Francesco Peck, posa la prima pietra del negozio in via Orefici. Nel 1912 il trasferimento definitivo in via Spadari, negli anni Cinquanta la proprietà passa ai fratelli Grazioli mentre nel 1970 lo acquista Stoppani, famiglia di salumieri che convertono la piccola bottega in negozio di lusso, ampliando l’offerta.

Lo “stile Peck in tutto il mondo

Neanche vent’anni dopo la gastronomia inizia ad aprire negozi in tutto il mondo, esportando prodotti ma soprattutto lo “stile Peck”.

Un imprenditore lungimirante

È morto a 81 anni Mario Stoppani, il creatore di questo impero. Originario di Brescia, si era trasferito a Milano quando aveva 15 anni insieme al fratello, intenzionati a trovare un lavoro e fare carriera. Ci sono riusciti, con l’intuizione di creare una gastronomia di livello, accompagnata da una raffinata enoteca.

Nel 2000 ha aperto un ristorante per affidarlo allo chef Carlo Cracco

Era un imprenditore lungimirante Stoppani, tanto che all’inizio del 2000 ha aperto un ristorante in via Victor Hugo per affidarlo allo chef Carlo Cracco. Nel 2013 la famiglia Stoppani ha ceduto ai Marzotto il negozio.

Ha creato un marchio riconosciuto ora in tutto il mondo

Mario lascia il ricordo di un uomo generoso, attaccato alla famiglia, a cui si è dedicato dopo la cessione del negozio, e un grande lavoratore e imprenditore, capace di creare dal nulla un marchio riconosciuto ora in tutto il mondo.