Il sindaco risponde

Teleriscaldamento, il sindaco replica al M5S: "Intervento strategico"

Non si fa attendere la replica del sindaco Ferretti sulla questione sollevata dal consigliere comunale del Movimento Lepori che definisce obsoleto il nuovo progetto del teleriscaldamento.

Teleriscaldamento, il sindaco replica al M5S: "Intervento strategico"
Attualità Rozzano, 29 Aprile 2021 ore 11:37

Teleriscaldamento, il sindaco replica al M5S: "Intervento strategico".

Teleriscaldamento, il sindaco replica al M5S: "Intervento strategico"

ROZZANO – Il sindaco Ferretti risponde alle critiche del gruppo consiliare del Movimento 5 stelle che giudica obsoleto il progetto del teleriscaldamento approvato dall’Amministrazione comunale.

Il M5s boccia il progetto del teleriscaldamento

“Un intervento strategico che risolverà una volta per tutte i problemi delle rete termica del quartiere Aler e consentirà al Comune di chiudere i debiti ancora in essere con la curatela per il fallimento di Api – spiegano dal Comune –. I consiglieri del M5S mettono in dubbio anche le scelte dell’Amministrazione comunale in merito all’affidamento della rete a un operatore privato che per loro porterà alla svendita del patrimonio pubblico e a un aumento delle tariffe a spese dei rozzanesi”.

Il sindaco risponde alle accuse del Movimento

Non si fa attendere la replica del sindaco Ferretti: “Ancora una volta il Movimento 5 stelle dimostra di aver letto e non aver capito nulla dell’ampia documentazione allegata al progetto presentato in consiglio comunale”. “Questo intervento ci consente di fare gli investimenti previsti per rispondere alle esigenze di modernità degli impianti che sono obsoleti oggi - spiega il sindaco -.

" Nessun aumento delle tariffe per i cittadini"

Il Comune riacquista la rete del teleriscaldamento grazie ai 16 milioni di euro dei canoni che incasserà anticipatamente dal nuovo gestore che serviranno anche a pagare  gli enormi debiti lasciati dalla precedente Amministrazione con il fallimento di Api. Per il Comune si tratta di un’operazione a costo zero - aggiunge Ferretti - è chiaro anche che non ci sarà alcun aumento delle tariffe per i cittadini perché abbiamo già confermato la quota massima in bolletta di 16 euro al metro quadro come stabilito nel projet.

Prosegue  il sindaco: "Un’analisi superficiale e approssimativa"

Quello che emerge nella sostanza dalle dichiarazioni dei consiglieri del M5S - prosegue  il sindaco - è un’analisi evidentemente superficiale e approssimativa e lo si evince anche nell’affermazione che sostiene  che il Comune pagherà un canone di 2,1 milioni di euro per i prossimi 50 anni. Il gruppo consiliare omette un passaggio fondamentale. I 2,1 milioni di euro sono le spese che l’Amministrazione comunale già sostiene oggi per l’energia elettrica e il riscaldamento degli immobili comunali e degli edifici scolastici.

Il projet prevede che con il pagamento della medesima somma si otterrà l’efficientamento energetico di questi immobili. Non comprendo poi perché, secondo loro,  il futuro gestore della rete del teleriscaldamento non dovrebbe essere in grado di cogliere tutte le possibili opportunità in termini di energie rinnovabili a impatto zero. Mi auguro di trovare in futuro una maggiore attenzione nella lettura dei documenti”.