Attualità
Più controlli sulle strade

Sul monopattino senza casco e giubbino: 150 euro di multa a Rozzano

Dopo l’ordinanza sindacale firmata dal sindaco nel solo mese di ottobre la polizia locale ha già emesso otto sanzioni, di cui cinque a ragazzi minorenni.

Sul monopattino senza casco e giubbino: 150 euro di multa a Rozzano
Attualità Rozzano, 25 Ottobre 2021 ore 10:55

Sul monopattino senza casco e giubbino: 150 euro di multa a Rozzano.

Sul monopattino senza casco e giubbino: 150 euro di multa a Rozzano

ROZZANO – La posizione dell’Amministrazione comunale è chiara: si può andare in monopattino elettrico ma solo rispettando le regole.

Le sanzioni in arrivo dopo l’ordinanza sindacale firmata dal sindaco

Arrivano le prime sanzioni all’indomani della firma dell’ordinanza sindacale che estende su tutto il territorio comunale l’obbligo di indossare il casco protettivo, già obbligatorio per i minori di 18 anni, anche ai conducenti di maggiore età alla guida di monopattini elettrici e stabilisce il limite di velocità di 20km/h su careggiata e piste ciclabili e di 5 km/h nelle aree pedonali.

Solo ad ottobre emesse 8 sanzioni (di cui 5 a minorenni)

Nel solo mese di ottobre la polizia locale ha già emesso otto sanzioni, di cui cinque a ragazzi minorenni sorpresi alla guida dei propri monopattini elettrici senza indossare il giubbino o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità nelle ore serali. Multe, rispettivamente pari a 50 euro per i minori di 18 anni e 150 euro per i conducenti maggiorenni, che la polizia locale ha emesso nei confronti dei trasgressori durante il servizio di pattugliamento in diverse zone della città, tra cui la strada Pavese, via Gramsci, via Franchi Maggi e via Manzoni.

Intensificati i controlli

“Gli agenti della polizia locale sono costantemente impegnati nella sicurezza stradale e proprio in questi giorni hanno intensificato i controlli per verificare il corretto utilizzo dei monopattini elettrici in città, i nuovi mezzi di micro mobilità stanno incontrando infatti una grande diffusione sul territorio – spiegano dal Comune –. L’obiettivo è sanzionare i comportamenti scorretti, ma anche sensibilizzare la cittadinanza a una condotta in grado di ridurre gli incidenti stradali o di rimanere coinvolti situazioni di rischio sia per i conducenti che per gli altri utenti della viabilità cittadina”.