LA RISPOSTA

Risorse ai comuni, Fontana ai sindaci: “Se ritenete inadeguati, restituite i soldi”

Il governatore Attilio Fontana risponde alla missiva inoltrata da decine di sindaci della Città metropolitana, indirizzando la replica al sindaco di Cesano Simone Negri che si era fatto portavoce del malcontento.

Risorse ai comuni, Fontana ai sindaci: “Se ritenete inadeguati, restituite i soldi”
Attualità Cesano Boscone, 08 Gennaio 2021 ore 11:24

Risorse ai comuni, Fontana ai sindaci: “Se ritenete inadeguati, restituite i soldi”.

Risorse ai comuni, Fontana ai sindaci: “Se ritenete inadeguati, restituite i soldi”

CESANO BOSCONE – Il governatore Attilio Fontana risponde alla missiva inoltrata da decine di sindaci della Città metropolitana, indirizzando la replica al sindaco di Cesano Simone Negri che si era fatto portavoce del malcontento sulla distribuzione delle risorse regionali.

La risposta del presidente Fontana ai sindaci

“Cari sindaci- risponde Fontana –, in occasione di una delle tappe del tour nelle province lombarde per presentare gli interventi del “Piano Lombardia”, il sindaco di un piccolo comune ha usato queste parole per definire la Regione Lombardia: “presente, rapida e concreta”. Un modo sintetico, ma molto efficace per sottolineare, con gratitudine, l’intervento che l’istituzione regionale ha messo in campo per il suo territorio. E tanti altri sono stati gli attestati di stima e apprezzamento raccolti da sindaci e stakeholders, che hanno visto in questa nostra iniziativa una leva decisiva per far ripartire e rilanciare l’attività del sistema economico e produttivo, specie delle PMI”.

“Sono già stati avviati oltre 2.500 cantieri”

Il governatore aggiunge che “oltre 2.500 cantieri sono già stati avviati e ho potuto constatare di persona, visitando ad esempio un edificio scolastico oggetto di un intervento di adeguamento strutturale o un centro sportivo che sarà riqualificato, gli impatti positivi e concreti per la vita di tanti nostri concittadini lombardi. Concretezza e rapidità sono dunque i tratti essenziali di questo piano straordinario di investimenti pubblici, per il quale abbiamo fatto uno sforzo senza precedenti in termini di risorse messe a bilancio per i prossimi due anni. In questo senso è doveroso un ringraziamento al Consiglio regionale, organo istituzionale che rappresenta tutti i cittadini e tutti i territori lombardi, per il lavoro fatto nelle ultime settimane, che ha portato ad approvare l’aggiunta di ulteriori 500 milioni di euro ai 3,5 miliardi già stanziati ad agosto per il Piano Lombardia”.

Gli interventi prioritari

Fontana parla anche dei criteri che “insieme a quello dell’immediata cantierabilità delle opere, hanno dunque orientato le scelte fatte, che hanno anche ripreso e valorizzato i tanti contributi emersi nei Tavoli e Sotto tavoli territoriali. Sono stati perciò privilegiati interventi come messa in sicurezza di edifici scolastici; realizzazione di nuove piste ciclabili; ammodernamento di oratori, palestre e centri sportivi; interventi per la difesa del suolo e contro il dissesto idrogeologico; riqualificazione di luoghi della cultura come teatri, biblioteche e ville storiche; progetti di infrastrutturazione digitale e di aree Wi-fi free; interventi di riqualificazione urbana e per la sicurezza delle città; realizzazione di infrastrutture viarie e potenziamento dei servizi ferroviari e del TPL”.

“Se ritenete interventi inadeguati, restituite i soldi”

Infine, il presidente di Regione Lombardia esprime “rammarico per le prese di posizione di alcuni sindaci che forse tendono a dimenticare gli investimenti di cui anche i loro comuni potranno beneficiare. Per esempio: 234mila euro per l’intervento sulla sede stradale di via della Liberazione a Corsico; 200mila per la riqualificazione del centro sportivo di Gudo Visconti; 1.700.000 euro per la manutenzione straordinaria della passerella ciclo pedonale sulla linea ferroviaria Milano – Asso a Paderno Dugnano; 500mila per la nuova piazza del teatro di Rho; 25mila per il canile comunale di Trezzano sul Naviglio. Qualora però riteniate questi interventi non adeguati o meritevoli di un così rilevante sostegno regionale, vi invito coerentemente a restituire alla Regione le risorse stanziate ai vostri comuni, che potranno così essere redistribuite, attraverso appositi bandi, ad altri territori più disponibili”.

LEGGI QUI LA REPLICA DEL SINDACO NEGRI A FONTANA

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste