Menu
Cerca

Note di Daniele | Do ut des

L'educato e cortese ringraziamento è il “minimo” e giusto riscontro che si attende chi si attiva per qualcuno

Note di Daniele | Do ut des
Attualità Naviglio grande, 08 Maggio 2021 ore 10:02

Note di Daniele | Do ut des

Note di Daniele | Do ut des

Popolo dei Navigli buongiorno, l’argomento di questa settimana ha lo scopo di mettere in discussione Noi Stessi, per la serie “do ut des” (cit.).

Dare per Dare

Sento spesso dire che il valore di un gesto è importante quando si tratta di Dare per Dare , Senza Ricevere alcunché in cambio. I soliti soloni da salotto, che molte volte fanno solo Filosofia, puntano il dito allorquando si manifesta disappunto per la mancata considerazione di un gesto gentile da parte del destinatario, sostenendo che non bisogna agire per un tornaconto personale. Ma siamo sicuri che è così ? ? ? Io credo e dico di no ! ! !

La riconoscenza

Ritengo che chiunque si attivi per fare “un” qualcosa per un’altra persona nutre un’aspettativa a volte chiamata Riconoscenza parola ormai conosciuta solo a pochi. La prima reazione si ritrova proprio in chi compie il gesto, generando in se stesso una forma di appagamento. Questo è il più Nobile dei Sentimenti: la soddisfazione per aver dato qualcosa. Però uscendo da questa situazione metafisica e calandosi nella quotidianità, tutti o per lo meno la maggior parte di noi, si attendono di ricevere «almeno un grazie».
Ciò non vuol dire che si fanno le cose per ricevere il grazie, ma l’educato e cortese ringraziamento è il “minimo” e giusto riscontro che si attende chi si attiva per qualcuno. Tanto è vero ciò, che “la reiterata mancata giusta considerazione di un gesto induce il mittente a ridurre sempre più le iniziative positive verso gli altri e così sino a rinunciarvi” ! ! !

ecospi new top

Un segno di gratitudine

Quindi giù la maschera . . . e si faccia avanti chi dà qualcosa senza l’aspettativa di sentirsi meglio con se stesso o di ricevere un grazie ! ! ! Questo purtroppo succede anche con i figli, quante volte Noi Genitori, ci rimaniamo male, soffriamo, perché con tutto quello che facciamo per loro non arriva da Loro un grazie, un prego o un sorriso ? ? ? Certo, se fossimo tutti dei Benefattori certamente questo pensiero non sarebbe pertinente ma essendo Noi dei Comuni Mortali purtroppo abbiamo questo piccolo difetto o “debolezza” che consiste nell’aspettarci un segno di gratitudine Spontaneo e Sincero da chi riceve la nostra disinteressata attenzione. A ogni buon conto, qualunque sia la vostra visione sull’argomento, il mio suggerimento è Sempre quello di Dare, attivando quel circolo virtuoso di Solidarietà e Affetto che è alla base dei sani affettuosi rapporti umani, poi se ci rimarremo male fa lo stesso perché tanto prima o poi ci passerà perché il Nostro Bene è Molto più Forte della Non Riconoscenza ! ! !

Serie A

Passiamo ora al calcio ⚽️ della Nostra Serie A . . . come previsto l’Inter è MERITATAMENTE Campione di Italia 🇮🇹 con largo anticipo; Crotone e Parma sono ormai retrocesse in Serie B; l’Atalanta avrà il secondo posto in Champions e per il terzo e quarto posto prevedo queste possibilità:
-Napoli 40%
-Milan 30%
-Juventus 20%
-Lazio 10%
Buon week end a Tutti.

Daniele Squatriti