Giornale dei Navigli > Attualità > Messa al parco Pertini, il sindaco: “Non più di 250 persone”
Attualità Cesano Boscone -

Messa al parco Pertini, il sindaco: “Non più di 250 persone”

Il primo cittadino dimezza i numeri dati dal parroco e spiega perché i giochi sono ancora chiusi ai bambini.

Messa al parco Pertini

Messa al parco Pertini, il sindaco: “Non più di 250 persone”.

Messa al parco Pertini, il sindaco: “Non più di 250 persone”

CESANO BOSCONE – “Ancora non abbiamo un numero preciso, ma penso che il tavolo sicurezza che si riunisce in queste ore prevederà un’affluenza massima di 200, massimo 250 persone”.

I  numeri “non potranno mai essere quelli”

Il sindaco Simone Negri interviene sulla polemica sollevata per l’annunciata messa di don Luigi, in programma per domenica alle ore 11 al parco Pertini. Il parroco, “sicuramente preso da un entusiasmo comprensibile”, sottolinea Negri, ha parlato di 500 persone al parco, ma i numeri “non potranno mai essere quelli”, assicura il primo cittadino. “La parrocchia ha chiesto più volte di poter svolgere delle celebrazioni all’interno del parco ed è sempre avvenuto tutto senza che qualcuno si sentisse privato della propria libertà. In questo caso, la richiesta è arrivata dopo mesi in cui le messe non si sono potute svolgere per l’emergenza sanitaria”.

LEGGI ANCHE:  Una messa con 500 persone al parco Pertini: annuncio del don solleva le polemiche

“Le manifestazioni sono meno pericolose se svolte all’aperto”

“Tutti gli studi ci dicono che le manifestazioni sono meno pericolose se svolte all’aperto, rispetto ad ambienti chiusi. Pensando a una celebrazione normale, la Giunta ha acconsentito alla richiesta. Non abbiamo dato numeri però. Date le dimensioni del parco non ci potranno essere 500 persone, anche perché le misure di sicurezza saranno stringenti. A partire dagli ingressi contingentati, distanziamento di oltre tre metri da una persona e l’altra, in un evento comunque statico. Verrà poi garantito il deflusso, dopo l’ora di funzione”. E aggiunge: “L’accordo tra Governo e Cei consente funzioni all’aperto con mille persone: siamo lontanissimi da quei numeri”.

A proposito della chiusura del parco ai bambini

C’è chi si è lamentato parlando della chiusura del parco ai bambini ma di apertura ai fedeli. “Lo facciamo per proteggere i piccoli – risponde il sindaco –. Lo dico con onestà: non siamo in grado di controllare quell’afflusso di persone con centinaia di famiglie. Mi piange il cuore non garantire qualcosa di più ai bambini, ma è doveroso da parte nostra tutelarli. Le condizioni richieste per l’apertura dei parchi con tanti giochi come il Pertini richiedono misure precise che non riusciamo a rispettarbambinie per le nostre possibilità. Dovremmo, per esempio, appaltare un servizio speciale per sanificare ogni giorno i giochi. Sono tanti i comuni che non sono in grado di farlo purtroppo. Personalmente mi dispiace molto, non lo facciamo per privarli di qualcosa, ma, al contrario, per proteggerli”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente