Menu
Cerca

La mensa non piace a Buccinasco: piatti freddi, pasta scotta e crocchette salate

Il sindaco Pruiti: "È nostro dovere rispettare la normativa e l’appalto, ma è un dovere anche dello stesso operatore mettere in atto quanto previsto. In caso contrario, molto severamente, si faranno i passi necessari”

La mensa non piace a Buccinasco: piatti freddi, pasta scotta e crocchette salate
Attualità 27 Marzo 2018 ore 15:03

La mensa non piace a Buccinasco: piatti freddi, pasta scotta e crocchette salate.

La mensa non piace a Buccinasco: piatti freddi, pasta scotta e crocchette salate

BUCCINASCO – Cibi tiepidi, a volte freddi. Bicchieri con odore di detersivo. Crocchette salate, pasta collosa e asciutta, cotolette dure, riso insipido. E ancora pavimenti sporchi, sedie non pulite. Brocche senza coperchio che mettono a rischio contaminazione l’acqua, “quando basterebbe acquistare 50 brocche a meno di due euro l’una, ma l’azienda non fa nulla”, lamentano i genitori.

Genitori vs Elior

Ce l’hanno con Elior, l’azienda che si occupa del servizio ristorazione nelle mense scolastiche. Avevano già fatto un incontro, a febbraio, dove erano state sollevate le criticità di un servizio “troppo carente, che non rispettava l’appalto”, avevano detto i genitori che sottolineavano la “necessità di modificare subito i menu, non graditi dai bambini, aumentare i controlli – perché era stata segnalata la carenza di personale in cucina –, verificare le condizioni dei refettori e prendere subito provvedimenti”, perché i bambini non mangiavano e troppo spesso il cibo finisca nella spazzatura.

Il sindaco

“Come Amministrazione comunale – dichiara il sindaco Rino Pruiti – stiamo facendo tutti i passi consentiti dalla legge per poter migliorare il servizio di ristorazione scolastica: come tutti i genitori, abbiamo a cuore innanzitutto la salute dei nostri figli e vogliamo che non escano da scuola affamati. Fin dall’inizio dell’anno scolastico non abbiamo fatto sconti all’azienda e abbiamo segnalato, contestato e sanzionato ogni disservizio. Continueremo fino a quando non si arriverà a una soluzione ottimale per i nostri ragazzi. O il servizio migliora in modo sostanziale o si cambierà operatore.

Ovviamente – specifica Pruiti –  è nostro dovere rispettare la normativa e l’appalto, ma è un dovere anche dello stesso operatore mettere in atto quanto previsto. In caso contrario, molto severamente, si faranno i passi necessari”. Il primo cittadino ribadisce che “nonostante i disagi, non ci sono pericoli: le condizioni igieniche sono rispettate. Ogni segnalazione viene presa in considerazione, portata all’attenzione dell’azienda e dove necessario contestata formalmente e sanzionata.

Già due penali applicate

Sono state applicate recentemente due penali e inviate contestazioni a cui l’azienda ha risposto in modo parziale. Va detto però che sono stati installati alcuni macchinari nuovi (come l’abbattitore che mancava in via Tiziano) e dalla prossima settimana a bambini e ragazzi sarà servito il menù estivo, deciso insieme ai genitori della commissione mensa, proprio con l’obiettivo di servire pietanze sane ma gradevoli al gusto”.

Francesca Grillo