Sport
SERIE A

Larghezza stadi Serie A: la rabbia di Pioli

"Temevo questa partita, anche perché le dimensioni del campo non sono quelle adatte e non penso che questo sia corretto. In Serie A le misure del terreno di gioco dovrebbero essere uguali per tutti".

Larghezza stadi Serie A: la rabbia di Pioli
Sport Naviglio grande, 27 Settembre 2021 ore 10:54

Larghezza stadi Serie A: la rabbia di Pioli.

Larghezza stadi Serie A: la rabbia di Pioli

Sabato pomeriggio il tecnico rossonero, al termine della partita vinta per 2-1 contro Lo Spezia, si è sfogato durante la conferenza stampa riguardo la larghezza del campo di gara della squadra ligure.

"Temevo questa partita, anche perché le dimensioni del campo non sono quelle adatte e non penso che questo sia corretto. In Serie A le misure del terreno di gioco dovrebbero essere uguali per tutti".

Regolamento

Come riporta la Gazzetta Dello Sport, il Picco di La Spezia è lungo 105 metri e largo 65. Il regolamento della Serie A, stilato da una nota ufficiale del 2006, dice che

“il terreno di gioco deve essere un rettangolo della lunghezza di 105 metri e della larghezza di 68. Solo in casi di limitazioni strutturali non eliminabili, rilevate e accertate dalla Lega Nazionale Professionisti, è tollerata la riduzione della larghezza sino a un minimo di 65”.

Quindi il regolamento dice che allo stadio Picco si può giocare. A patto di avere delle “limitazioni strutturali non eliminabili”. Pioli l’aveva fatto notare già venerdì, nella conferenza pre partita. “Non conosco le misure del campo, ma è più piccolo. Dovremmo occupare bene gli spazi e mostrare intensità”. Lo stadio dello Spezia è stato adeguato più volte nel corso degli anni (soprattutto tra il 2006 e il 2007). L’ultima proprio in estate. La “Curva Piscina” è stata ristrutturata in anticipo e ha aperto per la sfida contro l’Udinese alla terza giornata.

Altri stadi

In Serie A la situazione è la seguente. Gran parte degli stadi d’Italia, dall’Olimpico all’Allianz, sono lunghi 105 metri e larghi 68. Tre di questi invece no: il Picco di La Spezia, il Castellani di Empoli e l’Unipol Domus di Cagliari (ex Sardegna Arena). Del primo abbiamo già parlato, il secondo misura 67 metri di larghezza e l’ultimo ha le stesse dimensioni del terreno di La Spezia. Qualche anno fa ne aveva parlato anche Max Allegri, prima di un match a Cagliari con la sua Juventus: “Dobbiamo fare molta attenzione. Ci attende una partita fisica in un campo più stretto”. Anche il vecchio Sant’Elia era più piccolo, 66 metri e mezzo di larghezza, mentre il Vigorito del Benevento segue la stessa linea del Picco bianconero. Bentegodi, Grande Torino, Dacia Arena, Ferraris e tutti gli altri sono ok. Lo Spezia ha dovuto adeguarsi: l’anno scorso ha giocato metà campionato al Manuzzi di Cesena a causa dei lavori all’impianto di casa, poi completati.

Chi ha ragione?