SERIE A

L'inter vince contro il Genoa, il Milan domina a Roma

Entrambe le squadre di Milano proseguono la lotta verso il titolo.

L'inter vince contro il Genoa, il Milan domina a Roma
Sport Naviglio grande, 01 Marzo 2021 ore 10:41

L'inter vince contro il Genoa, il Milan domina a Roma.

L'inter vince contro il Genoa, il Milan domina a Roma

Ieri è terminata la 24^ giornata di Serie A.

Ieri alle 15:00 l'Inter ha affrontato in casa il Genoa, vincendo con un sonoro 3-0. In rete, per i nerazzurri, sono andati Lukaku, Darmian e Sanchez. La squadra di Conte si è portata a 56 punti, in attesa della partita dei rossoneri.

Alle 20:45 la squadra di Pioli ha affrontato in trasferta la Roma. La pressione era molta, dato che, una sconfitta avrebbe portato i rossoneri a meno sette punti dal primo posto e inoltre, avrebbe avvicinato al secondo posto le inseguitrici. Ma i rossoneri non hanno sprecato l'occasione. Hanno dominato per lunghi tratti della partita e hanno portato a casa tre punti fondamentali, grazie ai gol di Kessie e Rebic.

Conte

L'allenatore nerazzurro ha parlato così al termine del match:

"Abbiamo giocato contro una squadra che è in un ottimo stato di forma, aveva fatto solo un punto in meno di noi nelle ultime giornate ed era in serie utile da sette gare. C'è stata la giusta voglia, la giusta determinazione, non abbiamo concesso quasi nulla e abbiamo segnato tre gol, con Perin che ha salvato diverse situazioni importanti. Siamo contenti perché il lavoro sta pagando. Questa è una squadra che sta prendendo coscienza dei propri mezzi, inizia a gestire bene le situazioni, soprattutto in fase di non possesso. Stiamo maturando tanto. Detto questo mancano quattordici partite e dobbiamo continuare così, dimostrando che la concentrazione è sempre al massimo indipendentemente dall'avversario. Questo è l'unico modo per fare qualcosa di bello e dare soddisfazione ai nostri tifosi. Non c'è stato nessun patto scudetto. È inevitabile che vestendo questi colori si debba avere l'ambizione di vincere. Lo dice la storia del Club e sono troppi anni che l'Inter non vince. Nonostante fosse il mio primo anno, ci siamo andati vicini ad agosto e la delusione per essere usciti in Champions League in maniera immeritata ci ha portato forse a capire che dovevamo alzare il livello per cercare di essere più competitivi. Se fossimo ancora in Champions League adesso ce la potremmo giocare".

Pioli

Queste le parole del tecnico rossonero al termine della sfida contro la Roma:

"Ho detto alla squadra che due partite negative non ci potevano togliere le certezze che ci siamo creati in un percorso di un anno e mezzo. Speravamo di fare meglio nelle ultime partite, ma questo ci deve dare ancora più forza. Primo tempo straordinario, nel quale abbiamo avuto l'unico difetto di non concretizzare. Poi abbiamo un po' sofferto contro una squadra forte, ma è una vittoria importantissima che ci fa uscire da due settimane un po' particolari. Ho un gruppo molto giovane, ma molto responsabile. Abbiamo sofferto molto in queste due settimane, sapevamo di aver deluso i tifosi e abbiamo fatto fatica a metabolizzarlo perchè siamo attaccati al club e alla maglia. Ma è bastato parlare chiaro e riprendere il nostro percorso. Complimenti ai ragazzi

"L'ambiente calcio è un mondo strano. Se ci avessero detto a inizio campionato che saremmo stati secondi in classifica con 52 punti dopo 24 giornate nessuno ci avrebbe creduto. Anzi, se avessimo avuto 40 punti ci avrebbero detto che il nostro campionato era ottimo, in lotta per la Champions dopo tanti anni. Ci sono sette squadre molto forti, alla fine solo quattro saranno contente, speriamo di essere tra quelle. Fare qualche errore fa parte del nostro percorso di crescita. Siamo una squadra giovane che non può avere ancora tutte quelle furbizie che ha una squadra esperta, più consapevole della propria forza. Stiamo facendo qualcosa di veramente importante, 17 punti in più rispetto all'anno scorso, siamo ancora in Europa League e l'anno scorso non c'eravamo. E siamo una delle squadre più giovani del campionato, questa è stata un prestazione di grande spirito e voglia di tornare a vincere. Contro Spezia e Inter non eravamo stati noi stessi".

FP