Sport
SERIE A

Inter: finalmente è arrivato il sorpasso

Tutto si deciderà domenica prossima nel derby.

Inter: finalmente è arrivato il sorpasso
Sport Naviglio grande, 15 Febbraio 2021 ore 11:20

Inter: finalmente è arrivato il sorpasso.

Inter: finalmente è arrivato il sorpasso

Entrambe le squadre milanesi hanno già giocato le rispettive partite della 22^ giornata. Il Milan, sabato sera, ha affrontato lo Spezia in trasferta e non è riuscito a portare a casa il risultato. La squadra di Pioli non è mai entrata in campo mentalmente, forse per via delle condizioni fisiche dei giocatori. Al termine dei 90 minuti i rossoneri non avevano effettuato in porta neanche un tiro.

La squadra di Conte invece ieri sera ha sfidato a San Siro la Lazio, guadagnando tre punti fondamentali che hanno permesso a loro di superare il Milan in classifica. Tutto si deciderà domenica prossima nel derby.

Pioli

Queste le parole del tecnico rossonero al termine del match:

"Non siamo una squadra capace di vincere le gare sporche, vogliamo sempre giocare e mettere intensità e ritmo, stasera non ci siamo riusciti. Siamo stati meno convinti e siamo andati sempre in difficoltà. Sono andate male le mie scelte e le prestazioni dei giocatori, ma non siamo questi e lo dimostreremo. Ci siamo allenati bene ma purtroppo abbiamo perso, non ce lo aspettavamo. Siamo consapevoli della gara negativa ma anche delle nostre qualità, le prossime gare saranno importanti. Siamo stati meno lucidi nel rispondere alle difficoltà e loro erano aggressivi, non abbiamo trovato soluzioni. Ante si è allenato ieri e ha accusato un trauma distorsivo al tendine rotuleo, non era al 100% ma non dovrebbe essere una cosa grave, per giovedì credo di averlo a disposizione. Ibra oggi era troppo deluso ed è giusto così. È stata una brutta partita e bisognava uscire a testa bassa. Lavoreremo duro per rifarci, nello spogliatoio nessuno ha parlato".

Conte

L'allenatore nerazzurro ha parlato così ai microfoni:

"Era un obiettivo che stavamo inseguendo da un po' di tempo, quello di arrivare in testa. Lo abbiamo fatto oggi in una partita giocata contro un'ottima squadra. Sono contento per i ragazzi, che hanno dimostrato una grande forza mentale, ma dobbiamo pensare che questo è un punto di partenza. Adesso abbiamo il derby, arrivarci davanti è meglio. Sarà una partita bella tra due squadre con ambizioni. Oggi deve essere un punto di partenza, se no ogni cosa che abbiamo fatto sarebbe vanificata. Sicuramente ha dato una grandissima risposta dopo partite un po' opache, c'era qualcuno che parlava di strascichi psicologici dopo il derby ma il ragazzo è a posto. Abbiamo bisogno di questo Romelu e di tutta la squadra perché giochi ogni partita con questo piglio e questa attenzione. Va fatto un grandissimo applauso a tutti. Christian sta iniziando a capire cosa vogliamo da lui, ha fatto una buonissima partita. Penso che abbia avuto qualche problema a capire il calcio italiano, che è molto difficile, in più ora c'è un'intensità superiore rispetto a prima. Ha fatto un passo avanti verso di noi e averlo trovato è un'arma in più per me, sono più sereno perché posso contare su di lui. Anche per Ivan il tempo è stato galantuomo. Può crescere ancora tanto perché ha potenzialità che nemmeno lui conosce, ma quando c'è materiale qualitativo fisico e umano si possono ottenere buoni frutti lavorando".

FP