Sport
PARLA CLAUDIO

Claudio Zuliani | Al Bar dello Sport

L'undicesima giornata del campionato di serie A ha espresso il suo verdetto: si lotta a due

Claudio Zuliani | Al Bar dello Sport
Sport Aggiornamento:

L'appuntamento sul nostro giornale legato al mondo del calcio, a cura del giornalista Claudio Zuliani, voce e volto ormai storico su tv, radio e web in qualità di telecronista, commentatore e tifoso della Juventus.

Undicesima giornata: lotta a due

L’undicesima giornata del campionato di serie A comincia con il botto: il Bologna batte la Lazio grazie ad un gol di Ferguson e rallenta la rimonta in classifica della Lazio. Sarri resta convinto di avere la squadra dalla sua parte ma la quinta sconfitta lascia un solco pieno di dubbi in terra biancoceleste. Il presidente Lotito ha ricordato in più di una circostanza di aver speso molti soldi e aver messo a disposizione dell’allenatore una squadra per vincere. Al momento i risultati non sono
incoraggianti, quanto resisterà il patron alla tentazione di cambiare?

Sabato giocano tre delle quattro favorite per il titolo

Il sabato scendono in campo tre delle quattro favorite per il titolo. Nessun problema per il Napoli nel derby campano. La Salernitana, ultima in classifica, non riesce praticamente mai a mettere in difficoltà i ragazzi di Garcia che vincono con il solito gol di Raspadori che non fa rimpiangere l’assenza prolungata di Osimhen in attacco e il raddoppio di Elmas che chiude la partita. Pippo Inzaghi non ci sta e sbotta: "il primo gol è in netto fuorigioco". Nel tardo pomeriggio la vittoria che sa di allungo.

Inter a Bergamo

La squadra di Inzaghi a Bergamo regge l’urto della Dea che chiude con il possesso palla e la grande padronanza del match ma perde per un calcio di rigore (non è una novità) e per un gran gol di Lautaro non è una novità). Sotto un diluvio torrenziale, l’Inter perde a lungo Pavard per infortunio ma dimostra profondità di rosa e parecchie soluzioni.

Milan crolla a San Siro

In serata il crollo che non ti aspetti. Il Milan affronta a San Siro la piccola Udinese e perde malamente di un gol, ma potevano essere di più. I friulani sprecano molte possibilità in contropiede. Pioli si prende la colpa, il Milan i fischi dei suoi tifosi. La proprietà si affretta a colloquiare con Ibrahimovic.

Roma batte il Lecce nel recupero

Dopo le solite lamentele su calendario e rosa ristretta di Mourinho, la sua Roma batte in rimonta il Lecce nei minuti di recupero grazie al gol vittoria di Lukaku che, stremato dalle emozioni, chiude con un pianto liberatorio sulla spalla di José. La partita tanto attesa si gioca nonostante le lagnanze della curva Fiesole, che diserta, e dai vari politici che approfittano per farsi pubblicità. Osservatorio e lega calcio non ravvisano motivazioni di ordine pubblico per rimandarla.

La Juve vince e si piazza a meno due dall'Inter

La Fiorentina domina con il possesso palla dopo che la Juve si è trovata subito in vantaggio grazie ad un’azione da playstation fatta di 7 passaggi di prima e 24 secondi per mandare in gol Miretti
(primo con la maglia bianconera). La viola cerca l’assedio costante ma trova solo i cross dalla trequarti agevolando la difesa granitica della Juventus che con questo successo resta a meno due dall’Inter in attesa dello scontro diretto del 26 novembre.

Claudio Zuliani

Seguici sui nostri canali