In punta di sellino
non ce l'ha fatta

Morto dopo una caduta il corridore Gino Mäder. La squadra: "grazie per la tua luce e le risate"

A dare la triste notizia è stata la sua squadra

Morto dopo una caduta il corridore Gino Mäder. La squadra: "grazie per la tua luce e le risate"
Aggiornamento:

Non ce l'ha fatta il corridore 26enne Gino Mäder, caduto ieri nel Giro di Svizzera lungo la discesa dell‘Albulapass.

Morto dopo una caduta il 26enne Gino Mäder

A dare la notizia della scomparsa di Gino Mäder è stata la sua squadra:

“Gino, grazie per la tua luce, la gioia e le risate che hai regalato a tutti noi, ci mancherai, come corridore e come persona. Oggi e tutti i giorni, pedaleremo per te, Gino”.

La caduta

Il 26enne zurighese è volato per oltre 30 metri sotto la sede stradale, finendo un un fiumiciattolo in fondo a una scarpata.
La caduta è avvenuta nella frazione di giovedì 15 giugno, lungo la discesa dell‘Albulapass, che portava al traguardo di La Punt.

Nello stesso punto è caduto anche lo statunitense Magnus Sheffield, costretto al ritiro, ma pare aver riportato conseguenze meno gravi. Mader ha avuto bisogno di lunghe cure sul posto prima di essere portato in ospedale con l’elicottero.

Secondo il comunicato della corsa, Mäder è stato trovato riverso nell’acqua di una pozza poco distante dal luogo in cui ha terminato la sua tremenda caduta. Il corridore  è stato trovato privo di sensi, rianimato sul posto e poi trasportato in elicottero all’ospedale di Chur.

Le sue condizioni sono apparse subito gravi, e oggi la tragica notizia.

Seguici sui nostri canali