Menu
Cerca
lotta alla mafia

Nasce il coordinamento provinciale delle Commissioni comunali Antimafia

Gli obiettivi sono quelli di unirsi, creare sinergia, scambiare esperienze e fare formazione, con lo scopo di essere sempre più pronti ad agire nei nostri territori".

Nasce il coordinamento provinciale delle Commissioni comunali Antimafia
Politica Buccinasco, 24 Maggio 2021 ore 10:31

Nasce il coordinamento provinciale delle Commissioni comunali Antimafia.

Nasce il coordinamento provinciale delle Commissioni comunali Antimafia

MILANO – “Le mafie rappresentano un pericolo perché minano le basi della democrazia, del mercato e della convivenza civile e l'impegno della politica e delle istituzioni nel contrastarle deve essere primario. Siamo convinti che enti locali e istituzioni debbano operare in rete nell’ambito di un progetto complessivo. Per questo abbiamo dato vita a un coordinamento tra le Commissioni Antimafia del territorio milanese con la partecipazione dei presidenti delle stesse come rappresentanti”.

Al via il coordinamento delle Commissioni comunali antimafia della provincia di Milano

È nato, così, il coordinamento delle Commissioni comunali antimafia della provincia di Milano. “Gli obiettivi sono quelli di unirsi, creare sinergia, scambiare esperienze e fare formazione, con lo scopo di essere sempre più pronti ad agire nei nostri territori. Questo è il momento più indicato per attivarsi in questo senso: l’emergenza è l'alleata migliore degli affari che hanno bisogno di velocità e ombra per procedere e le mafie stanno approfittando della crisi pandemica per accrescere i loro affari e movimentare il proprio denaro più velocemente – dicono dal gruppo –.

L'usura è il reato in maggiore aumento negli ultimi mesi

Nel primo trimestre del 2020 l'usura è stato l'unico reato in aumento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. In una fase in cui tutti gli altri reati dalle rapine in abitazione alle estorsioni sono diminuiti significativamente, l'usura invece registra un +9,6%”. Il coordinamento si è riunito il 22 maggio, con Monica Forte, presidente della Commissione Antimafia della Regione Lombardia, e Fabio Bottero, coordinatore regionale di Avviso Pubblico.

L'incontro nello scorso weekend

L’incontro si è tenuto proprio nel weekend in cui si è celebrato il 29° anniversario della strage di Capaci compiuto da Cosa nostra il 23 maggio 1992, in cui persero la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. “Il nostro messaggio, quindi, vuole essere duplice: nella lotta alla mafia le istituzioni devono impegnarsi in prima linea e per affrontare questa battaglia serve un’azione sinergica”.

I componenti del coordinamento

coordinamento provinciale Commissioni comunali Antimafia

I componenti del coordinamento sono i presidenti delle rispettive commissioni cittadine: Jordan Angelo Cozzi (Bollate); Rino Pruiti (Buccinasco); Alessandro Torre (Corbetta); Gianluca Vitali (Corsico); Alberto Spoldi (Melegnano); David Gentili (Milano); Rita Ramponi (Novate); Daria Castelli (Paderno Dugnano); Marco Cozzi (Pogliano Milanese); Yasmine Bale (Rho); Vincenzo Lepori (Rozzano).