Giornale dei Navigli > Attualità > Auguri a Mussolini, parla Roberto Mei: “Cose vecchie, sono antifascista ora”
Attualità, Politica Corsico -

Auguri a Mussolini, parla Roberto Mei: “Cose vecchie, sono antifascista ora”

Il candidato di Forza Italia risponde alle polemiche per alcuni post sui social. Italia Viva: "Prendiamo le distanze da quei post, ma ribadiamo il sostegno a Mei".

Auguri Mussolini Roberto Mei

Auguri a Mussolini, parla Roberto Mei: “Cose vecchie, sono antifascista ora”.

Auguri a Mussolini, parla Roberto Mei: “Cose vecchie, sono antifascista ora”

CORSICO – Le polemiche si sono riaccese in campagna elettorale, quando i componenti e candidati di Rossa Solidale Corsico hanno tirato fuori dei post pubblicati sui social dal candidato di Forza Italia Roberto Mei. “Ciao nonno, ti verrò a trovare al più presto”, scriveva Mei nel 2011 facendo gli auguri a Benito Mussolini, mentre il 25 aprile era stato definito dal candidato “lutto nazionale”. Un fatto ritenuto dai militanti di Rossa Solidale “gravissimo, sia per il candidato che per chi lo appoggia”, riferendosi ai sostenitori di Mei alle elezioni, tra cui Italia Viva, il partito renziano che ha deciso di sostenere il candidato di Forza Italia.

Il post su Facebook di Mei

È stato il candidato alla poltrona di sindaco a Corsico a tentare di spegnere le polemiche con un post di questa mattina: “Volevo chiarire la mia posizione in modo definitivo. Oggi posso sinceramente definirmi un repubblicano democratico per cui antifascista. Mi trovo sinceramente un po’ spiazzato da chi cerca di strumentalizzare un passato evidentemente superato, come dimostra il mio agire degli ultimi anni. Rispetto all’inizio della mia avventura in politica è cambiato tutto. Mi aspettavo che già la scelta di presentarmi separato dagli alleati di sempre (Lega e Fratelli d’Italia), in favore di un nuovo percorso centrista e riformista con Italia Viva, mi definisse già come un’altra persona. Un’altra persona rispetto a 10 anni fa. Non posso cancellare il passato – spiega Mei –, ma di recente ho fatto delle scelte molto importanti, controcorrente con la definizione che molti di voi hanno dato di me in queste ore. Mi sono opposto a un modo di intendere il governo della città di Corsico, dispotico e miope perché non è quello in cui credo. Il tutto culminato con un forte scontro con l’ultima Giunta, in cui io e Forza Italia eravamo con il centrodestra unito”.

Riguardo l’ex sindaco Errante

Il candidato forzista parla anche di Filippo Errante: “L’ex sindaco voleva rendere 100% commerciale un’area sulla Nuova Vigevanese, strada tra le più inquinate in Europa. Che posizione abbiamo preso? Abbiamo acconsentito per guadagnare oneri, rinunciando a temi ambientali fondamentali? No. Noi ci siamo opposti con un emendamento che chiedeva lo stralcio di quell’area. Neanche il ricatto delle dimissioni del sindaco – decisione che avrebbe posto fine al primo storico governo di centrodestra della città – ci ha fermati”.

Poi, l’analisi su se stesso: “Le mie scelte mi sono costate molto, ma sono stato sempre coerente con il bene della mia città. Io oggi voglio rappresentare le istituzioni con spirito di servizio, responsabilità, impegno e onestà, come fatto in passato da assessore. Spero che questa mia lunga spiegazione basti a tutti voi per prendere in considerazione il mio programma e la mia squadra con obiettiva serenità. Spero che le azioni di un uomo che si è completamente messo in discussione possano permettere di non lasciare ombre”. Li definisce “attacchi vigliacchi” quelli arrivati da altre parti politiche e dai cittadini che hanno stigmatizzato quei post. “Le cose da fare per Corsico sono tante e non abbiamo tempo di parlare di cosa 10 anni fa scrivevo”, taglia corto. “Se abbiamo scelto coraggiosamente altri alleati è perché non siamo disposti a svendere quel che di buono abbiamo conquistato – conclude –. Fosse anche una diversa visione del mondo”.

Italia Viva commenta

Ed è proprio dagli “alleati” che arriva la conferma della fiducia a Mei: “Noi – scrivono da Italia Viva – abbiamo trovato nel Roberto Mei di oggi i principi riformisti che merita la città di Corsico nel 2020, non certo quelli riguardanti post di quasi un decennio fa dai quali prendiamo nella maniera più netta e assoluta le dovute distanze. Italia Viva nasce forte dei suoi principi antifascisti e ci riconosciamo pertanto solo in un candidato che si associ a tali principi come lo stesso Mei ribadisce con forza”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente