Idee & Consigli
Arredamento

Pittura, mattoni o carta da parati? Tutti i modi per personalizzare casa

Le pareti di casa sono una vera e propria tavola bianca su cui sbizzarrire la propria fantasia. Se si sta ristrutturando o si sta progettando il design per la propria nuova casa, è il momento adatto per scegliere lo stile migliore

Pittura, mattoni o carta da parati? Tutti i modi per personalizzare casa
Idee & Consigli 23 Dicembre 2021 ore 16:27

I muri e le pareti dicono molto della nostra casa: sono infatti gli elementi che più caratterizzano il design dell’abitazione, ne aumentano il comfort, separano ottimamente gli spazi. In genere è il primo elemento che si progetta nell’arredamento di un’abitazione: scelto il colore delle pareti, il mobilio e i complementi d’arredo seguiranno. 

Le alternative che abbiamo davanti sono molteplici: la tinta monocromatica non è decisamente l’unica soluzione. Diamo quindi uno sguardo a tutte le possibilità.

Carta da parati: un grande classico che ritorna in nuova veste

La carta da parati era utilizzatissima durante gli anni ’60 e ’70 per colorare e abbellire le pareti. Realizzata nei pattern più diversi, decorava le case dell’epoca. A partire dagli anni ’80, invece, alla carta da parati – in nome del minimalismo – si è preferito utilizzare direttamente la pittura sul muro. Si tratta di una soluzione più semplice e, in alcuni casi, più duratura, ma che non permette al meglio di esprimere la propria fantasia.

Oggi grazie a negozi ed e-commerce specializzati è possibile acquistare carta da parati moderna e personalizzata, che possa dare profondità agli spazi. Decorare le pareti secondo i propri desideri è possibile con un solo click. La carta da parati è un’alternativa che ha sedotto molti italiani. Secondo una recente ricerca di TaskRabbit il numero di intervistati che ha deciso di utilizzarla è aumentata del 156% in poco tempo. 

La maggior parte di questi preferiscono carta da parati con una fantasia totalmente originale, capace di rendere la parete quasi tridimensionale. Photowall, uno dei maggiori e-commerce italiani per la stampa di carta da parati, ha raccolto le idee più originali da riprodurre in casa. L’elenco completo è visibile cliccando su questo link: https://www.photowall.com/it/inspiration.

Mattoni a vista: perché sceglierli?

Alternativa molto interessante consiste nell’utilizzo di mattoni “nudi” a vista. In molte case, infatti, è ancora possibile riutilizzare i mattoni che sostengono la struttura. Levando lo strato di intonaco e stucco con lavori di ristrutturazione, si potranno portare a vista i classici mattoni rossi con cui sono costruite molte case. Dopo un opportuno restauro, questi mattoni saranno pronti a dare un nuovo e differente calore alla casa.

I mattoni a vista ricordano infatti i dettami dello stile industrial, decisamente adatto a case dal sapore contemporaneo. 

Pittura su muro: come renderla originale

In ultima istanza abbiamo la semplice pittura. È spesso l’alternativa più economica, in quanto le vernici per imbiancare le pareti necessitano solo di due passate e durano per anni. Quando si parla di pittura sul muro, tuttavia, non bisogna automaticamente pensare a tinte monocromatiche: scegliendo un bravo imbianchino si potrà giocare su nuance e sfumature di colore, creando un’atmosfera ariosa e rarefatta. Le idee non mancano, sul web si potranno trovare molte proposte innovative formulate da interior design e architetti di successo. 

Bisognerà quindi giocare con la palette, scegliendo i toni complementari più adatti per essere sfumati.

Chi cerca un’alternativa più semplice da realizzare, invece, può pensare di spezzare il monocromatismo dipingendo ogni stanza di un colore differente. Naturalmente non parliamo di colori molto accesi, ma di sfumature della stessa tonalità base. Scegliendo il blu, ad esempio, si potrà spaziare dal blu notte, fino al blu cobalto, passando per un blu più elettrico. Ogni stanza avrà una sua particolarità che la distinguerà da tutte le altre della casa.

Ultima strategia per dipingere le pareti in modo originale è differenziare le aree giorno e le aree notte. Per le prime sono da preferire colori chiari tendenti al bianco che possano riflettere la luce del sole; per le seconde tonalità più scure, fatte per favorire il riposo.