Economia e scuola
salone del mobile

In mostra al Salone del Mobile 2022 l'eccellenza del territorio

Le migliori aziende lombarde del settore del Legno Arredo sono in mostra alla 60esima edizione del Salone del Mobile, tra queste spiccano: LEMA, Officina della Scala e Caimi Brevetti

Economia e scuola 09 Giugno 2022 ore 17:53

Sono 2.175 gli espositori che occupano gli oltre 200.000 mq di superficie netta espositiva del Salone del Mobile 2022. Tra questi figura un 27% di aziende straniere, ma la presenza più importante è quella delle tante realtà italiane e in particolare lombarde che hanno fatto la storia dell'arredamento "Made in Italy". Tra queste ci sono aziende che fin dall'inizio hanno creduto nella vetrina del Salone del Mobile e sono state presenti in tutte le 60 edizioni della mostra.

Eccellenze lombarde in mostra al Salone del Mobile 2022

Sono tante le aziende del territorio lombardo che sono cresciute negli anni e che si sono distinte diventando a tutti gli effetti delle eccellenze del settore del Legno e Arredo, che oggi esportano in tutto il mondo. Tra i padiglioni dell'edizione 2022 della fiera più importante al mondo per il settore dell'arredo e del design troviamo in particolare: LEMA, Officina della Scala e Caimi Brevetti.

LEMA: design e tradizione al passo con i tempi che cambiano

Padiglioni leggermente sospesi disegnano lo stand LEMA al Salone del Mobile 2022, uno spazio di oltre 1300 mq progettato dallo Studio Lissoni&Partners in collaborazione con vandersandestudio e Ufficio Stile Lema. Ogni stanza racconta un momento di vita quotidiana attraverso gli arredi che la abitano, svelando in ciascun dettaglio un’emozione, un ricordo, un attimo di vita vissuta  tra le mura domestiche unico e irripetibile. Angelo Meroni, presidente di LEMA, a riguardo ha commentato:

"Abbiamo voluto portare in Mostra tutte le novità realizzate negli ultimi due anni, che finalmente possono essere mostrate al nostro pubblico".

GUARDA IL VIDEO 

Officine della Scala: pezzi unici per un arredamento "a regola d'arte"

Architettura e design su misura volti a creare pezzi di arredo unici degni di una collezione d'arte. Questa è la chiave di Officine della Scala, l'azienda nata a Mariano Comense e che oggi ha la sua sede operativa nel centro di Milano. Riuscire a mettere insieme il meglio dell'arte e dell'architettura italiana per trasformarla in complementi d'arredo era  il sogno del CEO Giorgio Pozzi quando ha creato l'azienda oltre 40 anni fa. Oggi quel sogno è più che realizzato, è diventato un dato di fatto, e porta in Mostra al "Salone della ripartenza" tutto il meglio che ha da offire.

"Finalmente stiamo ripartendo e noi abbiamo voluto esserci per segnare l'importanza di questo momento per tutto il nostro settore" ha detto Pozzi

GUARDA IL VIDEO

Caimi Brevetti: quando lo snowsound va al passo col design

Da sempre l'azienda di Nova Milanese si contraddistingue per l'attenzione al benessere del consumatore. Nel suo quartier generale brianzolo sperimenta dal 1949 i modi migliori in cui l'arredamento può venire in contro alle esigenze dei clienti migliorandone la qualità della vita. Da questa idea nasce Snowsound, la linea di prodotti e soluzioni fonoassorbenti orientata al benessere acustico e basata su ricerche scientifiche e tecnologiche all'avanguardia. Il CEO Gianni Caimi ha raccontato le novità portate in mostra quest'anno tra cui: divani fonoassorbenti, lampade purificatrici d'aria e tessuti che assorbono le radiazioni elettromagnetiche.

"E' bello essere finalmente tornati. Lo abbiamo fatto al meglio delle nostre possibilità, puntando sempre, con i nostri prodotti, a cercare di migliorare la vita dei nostri clienti"

GUARDA IL VIDEO

LEGGI ANCHE:

Il meglio dell'arredamento lombardo in mostra al Salone

Al via la 60esima edizione del Salone del Mobile