Giornale dei Navigli > Cronaca > Violentata dall’amico di famiglia: 14enne denuncia tutto con un’email alla polizia locale
Cronaca Naviglio grande -

Violentata dall’amico di famiglia: 14enne denuncia tutto con un’email alla polizia locale

La ragazzina di 14 anni ha cercato aiuto nella polizia locale, aprendosi e confidando il segreto che si portava dentro da mesi.

Violentata dall'amico di famiglia

Violentata dall’amico di famiglia: 14enne denuncia tutto con un’email alla polizia locale.

Violentata dall’amico di famiglia: 14enne denuncia tutto con un’email alla polizia locale

MILANO – Aveva subito abusi, violenze sessuali da un conoscente della famiglia. Una ragazzina di 14 anni si teneva dentro l’atroce segreto, senza rivelarlo a nessuno, neanche ai genitori.

Del violentatore conosceva solo il nickname su Facebook

Ha trovato il coraggio durante il lockdown e ha mandato un’email al Comando dei vigili di Milano raccontando le violenze subite da un uomo di cui conosceva solo il nickname su Facebook. La ragazzina di 14 anni ha cercato aiuto nella polizia locale, aprendosi e confidando il segreto che si portava dentro da mesi.

SUPERBANNER 2020 OCT DNG

Il nome dell’uomo fra i contatti Facebook della madre dell’adolescente

Il personale del Nucleo tutela donne e minori della polizia locale di Milano, che si occupa in particolar modo dei reati previsti dal cosiddetto Codice Rosso e che da settembre dello scorso anno ha trattato 345 casi, ha esaminato il profilo dell’uomo scoprendo che fra i suoi contatti c’era la madre dell’adolescente.

L’audizione protetta

La ragazzina, nel corso dell’audizione protetta, ha confermato di essere stata vittima di abusi sessuali da parte dell’uomo, conoscente della famiglia, e ha raccontato in particolare tre episodi successi quando frequentava le elementari, quando i genitori avevano chiesto all’uomo di andare a prendere la figlia a scuola. Attualmente è in carcere, in attesa di giudizio.

Come opera il Nucleo tutela donne e minori della polizia locale di Milano

Un intervento esempio dell’attività del Nucleo di cui fanno parte due ufficiali e 12 agenti (12 donne) che nell’ultimo anno ha arrestato otto persone, eseguito 21 misure cautelari e 37 collocamenti in strutture protette. Nell’80% dei 345 casi (62% che riguardano donne e 38% minori), gli interventi hanno origine da maltrattamenti o violenze compiute da persone conosciute.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente