Cronaca
dopo le verifiche

Una sostanza biancastra nella roggia di Buccinasco preoccupa i cittadini

Dal Comune la rassicurazione: "Nessuno scarico abusivo, problema allo scarico fognario risolto"

Una sostanza biancastra nella roggia di Buccinasco preoccupa i cittadini
Cronaca Buccinasco, 10 Marzo 2022 ore 17:17

A preoccupare i cittadini di Buccinasco, è stata una sostanza rilevata nella roggia Rainolda di via Scarlatti, di fronte all’asilo nido La Perla.

Sostanza biancastra nella roggia di Buccinasco

BUCCINASCO – Il pericolo scarichi abusivi è scongiurato. A preoccupare i cittadini, è stata una sostanza rilevata nella roggia Rainolda di via Scarlatti, di fronte all’asilo nido La Perla. “Sono giorni che molti residenti lamentano la provenienza di un forte odore dalla roggia vicino al nido – ha commentato il consigliere della Lega e candidato sindaco del centro destra Manuel Imberti che ha fatto un sopralluogo nell’area –. Si è creata una pozza di colore biancastro e l’odore è insopportabile. Abbiamo immediatamente chiamato Arpa per un intervento celere”.

Le rassicurazioni dal Comune

Sulla questione è intervenuto il Comune che assicura: “Non si sono verificati scarichi abusivi ma un problema, rientrato, a uno scarico fognario probabilmente del vicino nido comunale. La roggia, monitorata da giorni dai tecnici comunali, risulta oggi asciutta e senza alcun problema di odori”.

Le dichiarazione del sindaco

“Nelle scorse settimane – spiega il sindaco Rino Pruiti – grazie al costante monitoraggio del territorio e a segnalazioni immediatamente prese in carico arrivate tramite la app gratuita Municipium, che consigliamo di utilizzare, i tecnici comunali hanno eseguito sopralluoghi presso la roggia di via Scarlatti sospettando immediatamente un problema a uno scarico fognario. Per questo è stata attivata Amiacque, Gruppo CAP, la società a capitale pubblico che gestisce il sistema idrico integrato, l’ente a cui compete intervenire.

Come sindaco e come componente del Comitato strategico del Gruppo CAP, ringrazio i tecnici dell’azienda per i controlli: il refluo, ora cessato, proviene da uno scarico di acque bianche presente sulla via Stradivari e l’ipotesi è che derivi dal nido. Per cui – aggiunge Pruiti – sarà predisposto un controllo della rete interna con video ispezioni”. “Vorrei comunque rassicurare i cittadini – conclude il sindaco – perché non si sono verificati scarichi abusivi. Continuate a segnalare utilizzando i canali corretti, la app del Comune o le comunicazioni via mail, i nostri tecnici immediatamente si attivano o attivano gli enti preposti”.