Giornale dei Navigli > Cronaca > Troppi pregiudicati e spaccio nel locale: chiuso il Bar Family
Cronaca Naviglio grande -

Troppi pregiudicati e spaccio nel locale: chiuso il Bar Family

Il provvedimento è stato firmato dal Questore di Milano.

chiuso il Bar Family

Troppi pregiudicati e spaccio nel locale: chiuso il Bar Family.

Troppi pregiudicati e spaccio nel locale: chiuso il Bar Family

MILANO – Licenza sospesa per dieci giorni al Bar Family di via Carlo Parea al civico 19. Il provvedimento è stato firmato dal Questore di Milano, ai sensi dell’articolo 100 del Tulps, il Testo unico delle leggi sulla pubblica sicurezza.

Licenza sospesa per dieci giorni

Il provvedimento di chiusura è stato notificato ieri dagli agenti del Commissariato Mecenate e si inserisce nella serie di attività di prevenzione e controllo del territorio che include il monitoraggio dei locali pubblici. La sospensione del locale è stata disposta perché a seguito di vari controlli delle forze dell’ordine è stata accertata la presenza di soggetti pregiudicati e pericolosi che frequentano abitualmente il bar.

Il titolare fermato con quattordici dosi di cocaina

Lo scorso 30 ottobre i carabinieri hanno notato un individuo che, nei pressi del locale, si guardava attorno con fare sospetto come se attendesse qualcuno: entrati all’interno del bar, hanno accertato che si trattava del titolare e l’hanno trovato in possesso di quattordici dosi di cocaina e oltre 600 euro in contanti nel portafoglio. Al termine del controllo, il titolare dell’esercizio è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e dieci degli undici clienti controllati sono risultati avere precedenti di polizia.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente