Cronaca
A TREZZANO

Tentato furto nel Centro Culturale comunale di via Manzoni, un arresto.

Il Centro Culturale era stato oggetto negli ultimi mesi di episodi analoghi.

Tentato furto nel Centro Culturale comunale di via Manzoni, un arresto.
Cronaca Trezzano, 15 Novembre 2022 ore 18:26

Tentato furto a Trezzano sul Naviglio

Nella tarda serata del 14 novembre i Carabinieri della Stazione di Trezzano sul Naviglio, hanno arrestato un 55enne italiano, senza fissa dimora, nullafacente e pregiudicato accustao di un tentato furto nel Centro Culturale comunale di via Manzoni.

La dinamica

I Carabinieri sono intervenuti, durante un servizio perlustrativo in città, presso il Centro Culturale "C.A. Dalla Chiesa" in via Manzoni,  dove era stato segnalato un furto in atto. I militari hanno sorpreso e bloccato l’uomo che aveva appena forzato la porta di ingresso e si era introdotto all’interno del locale. Sottoposto poi a perquisizione, è stato trovato in possesso di oggetti idonei allo scasso e varia refurtiva , priuncipalmente generi alimentari e bevande alcoliche, che sono stati restituiti ai responsabili del centro. Il Centro Culturale era stato oggetto negli ultimi mesi di episodi analoghi su cui sono in corso indagini da parte dei carabinieri.

Fabio Bottero

“Ringrazio a nome dell’Amministrazione comunale i Carabinieri di Trezzano e la Compagnia di Corsico – dichiara il sindaco Fabio Bottero – per aver fermato l’autore del grave atto vandalico che ieri ha di nuovo colpito il nostro Centro Culturale: un gesto che colpisce il luogo della cultura e della socialità della comunità trezzanese dove quotidianamente si incontrano i nostri adolescenti allo Spazio Giovani e gli anziani che frequentano le attività dell’Auser a cui va la nostra solidarietà”.

“Come Amministrazione comunale – continua Fabio Bottero – con i nostri Servizi sociali abbiamo più volte tentato di aiutare questo cittadino, già in carico anche presso i servizi specialistici territoriali. Più volte sono stati offerti aiuti e proposte alcune soluzioni abitative. Ci auguriamo che, dopo questi episodi e l’arresto con relativa pena, si possa tentare un recupero. Intendiamo attuare una maggiore collaborazione con i competenti servizi territoriali di ATS per un sostegno efficace ai cittadini con fragilità profonde”.

Seguici sui nostri canali