Menu
Cerca

Tentato furto auto e punta un coltello al proprietario: ladro in fuga

Le telecamere ci sono ma non registrano: bisogna assolutamente fare qualcosa. Io sono grande e grosso, ma se ci fosse stata una ragazza?

Tentato furto auto e punta un coltello al proprietario: ladro in fuga
Cronaca 20 Febbraio 2018 ore 16:23

Tentato furto auto e punta un coltello al proprietario: ladro in fuga.

Tentato furto auto e punta un coltello al proprietario

SAN DONATO – Lo ha sorpreso dentro la sua auto, una Opel Zafira, con le mani nel cassetto del cruscotto mentre cercava di rubare qualche accessorio. “Cosa stai facendo?” gli ha urlato il proprietario. Il ladro si è alzato di scatto dai sedili e gli è andato contro, impugnando un coltello “tipo baionetta, lungo, con il manico scuro”. Non ha detto una parola, gli ha solo puntato contro la lama e poi è scappato.

La fuga improvvisa

Un attimo di esitazione: il ladro è tornato indietro, ma solo per un istante, prima di scappare via dalle scale, per scendere giù dal parcheggio della metropolitana. È accaduto ieri sera, intorno alle 23, quando F. B. è tornato dal lavoro, come ogni sera. “Ho preso le scale, sono salito al primo piano, dove avevo lasciato la macchina – ricorda – appena uscito ho visto che vicino alla portiera, per terra, c’era un estintore che il ladro aveva prelevato dalla cassettina, proprio vicino alle scale. Aveva frantumato il finestrino del passeggero. So che per la mia sicurezza avrei dovuto chiamare i carabinieri, nascondendomi magari, ma l’istinto ha prevalso”.

L’indentikit del ladro

Alla fine, il ladro, “di pelle chiara, moro, alto circa 1.70, con pantalone e giubbotto scuro e maglia chiara”, secondo la testimonianza di B., è scappato senza nulla in mano, solo con due fili e il coltello che impugnava. “Ho chiamato il responsabile di Atm in guardiola e mi ha confermato che non è il primo caso. Le telecamere ci sono ma non registrano: bisogna assolutamente fare qualcosa. Io sono grande e grosso, ma se ci fosse stata una ragazza? Non era poi così tardi, poteva succedere a chiunque”.

Non è il primo caso

E in effetti è successo a molti altri che si sono ritrovati la macchina sfasciata o rubata, soprattutto le Tiguan, che sembrano le vetture più prese di mira dai ladri. “Ci vuole maggiore sicurezza al parcheggio – lamentano i cittadini – bisogna installare telecamere funzionanti e prevedere una guardia che possa controllare: una situazione non più tollerabile”.

Francesca Grillo