Giornale dei Navigli > Cronaca > Sversamento rifiuti illeciti: sequestrato un terreno di 26mila metri quadri
Cronaca Buccinasco -

Sversamento rifiuti illeciti: sequestrato un terreno di 26mila metri quadri

Coinvolta nell'operazione anche una società di Buccinasco, responsabile insieme ad altre quattro di gestione abusiva e traffico di rifiuti

Sversamento rifiuti illeciti

Sversamento rifiuti illeciti: sequestrato un terreno di 26mila metri quadri.

Sversamento rifiuti illeciti: sequestrato un terreno di 26mila metri quadri

BUCCINASCO – È coinvolta anche una società di Buccinasco nell’operazione denominata “Ghost Waste” della Guardia di Finanza di Milano che questa mattina, su delega della Procura e del sostituto procuratore Francesco De Tommasi, ha sequestrato un terreno di circa 26mila metri quadri a Pioltello, adibito a discarica abusiva.

Perquisizioni nelle sedi legali e operative

I finanzieri della Compagnia di Gorgonzola, con l’ausilio del Gruppo Ambientale e della polizia locale di Pioltello, hanno inoltre eseguito perquisizioni all’interno delle sedi legali e operative di cinque società (in particolare che si occupano di edilizia) dell’hinterland milanese, situate a Milano, Pioltello, Carugate, Gessate e Buccinasco. Tutte società, a vario titolo, coinvolte in un sistema di gestione abusiva e traffico di rifiuti, responsabili di sversamenti nella vasta area situata a Pioltello.

Materiale di ignota provenienza qualificabile

Il terreno, su cui era in corso l’opera il “reinterro per raggiungimento quota stradale”, come dichiarato nella Scia presentata dalla società proprietaria, è stato sottoposto a sequestro a causa di una serie di illeciti, tra cui la presenza di materiale di ignota provenienza qualificabile come “rifiuto” e di pregressi “tombamenti” di materiale di scarto, in fase di ulteriore copertura.

Sopralluoghi, osservazioni e pedinamenti

Dopo iniziali sopralluoghi sul campo, osservazioni e pedinamenti dei soggetti e dei mezzi coinvolti, i successivi approfondimenti hanno fatto emergere evidenti incongruenze nelle attività di movimentazione terra, che celavano in realtà un traffico illecito di rifiuti. Sulle società coinvolte i finanzieri guidati dal capitano Giacomo Cucurachi mantengono ancora riserbo: gli approfondimenti sono in corso e potrebbero esserci ulteriori sviluppi dell’operazione.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente