Cronaca

Subappalto scomodo, la questione finisce in Commissione Regionale Antimafia

Soddisfatto il sindaco Ventura e il presidente della commissione comunale Vitali. Per i consiglieri leghisti Scurati e Galizzi rimangono invece ancora molti dubbi da chiarire.

Subappalto scomodo, la questione finisce in Commissione Regionale Antimafia
Cronaca Corsico, 27 Gennaio 2021 ore 13:32

Subappalto scomodo, la questione finisce in Commissione Regionale Antimafia.

Subappalto scomodo, la questione finisce in Commissione Regionale Antimafia

CORSICO – Finisce in Regione la questione del subappalto scomodo sull’illuminazione pubblica, affidato al parente di Giosofatto Molluso, connesso, secondo le indagini, alla ‘ndrangheta locale.

Ventura davanti alla Commissione Regionale Antimafia

Dopo la commissione comunale e un consiglio straordinario in città, il sindaco Stefano Ventura ha parlato davanti alla Commissione Regionale Antimafia presieduta da Monica Forte (M5S). L’audizione ha ripercorso le tappe dell’affidamento. Una vicenda conclusa con la rinuncia da parte dell’affidatario al lavoro.

Instaurare un rapporto istituzionale collaborativo

“La seduta si è svolta in un clima sereno ed è servita per ulteriori approfondimenti sul caso, dopo quelli avuti in Commissione comunale nell’audizione del 18 dicembre e nella seduta straordinaria di Consiglio comunale del 12 gennaio – commenta Gianluca Vitali, presidente della Commissione antimafia comunale –. L’intento principale dell’audizione, come comunicato dalla presidente della Commissione regionale Monica Forte, era quello di instaurare un rapporto istituzionale collaborativo, partendo dal caso che ha interessato Corsico a novembre.

Le azioni da intraprendere

La seduta è stata molto utile, perché ha permesso sia a noi, sia alla Commissione regionale di trarre importanti spunti per le azioni che dovremo mettere in campo per limitare il rischio di infiltrazioni nell’azione amministrativa comunale. In particolare, ci si è focalizzati sulla necessità di un’adeguata formazione e informazione agli amministratori e ai dipendenti del Comune. Altro elemento molto importante è la possibilità di instaurare rapporti collaborativi interistituzionali, a più livelli, soprattutto con la Prefettura e con gli altri Comuni del territorio, al fine di attuare azioni congiunte”, prosegue Vitali.

Confermato appoggio e supporto della Commissione regionale

E conclude: “Sono molto soddisfatto, soprattutto perché ancora una volta è stato confermato l’appoggio e il supporto della Commissione regionale alle nostre attività, supporto che per noi sarà fondamentale e per cui ringrazio ancora una volta tutta la Commissione di Regione Lombardia”.

Meno soddisfatti i consiglieri regionali in quota Lega

“Una commissione importante – commenta Silvia Scurati, prima firmataria della richiesta di audizione - che ha cercato di risolvere i numerosi dubbi relativi alla concessione del subappalto che ha riempito la cronaca corsichese e non solo, senza però dare risposta a tutti i dubbi e alle domande emerse. Non si è chiarito, ad esempio, perché l’amministrazione comunale di Corsico non abbia fatto almeno da un punto di vista amministrativo e politico alcun atto formale, così come la ricostruzione dei fatti e delle date non è ancora a mio avviso ben chiara”.

Le parole critiche del vicepresidente della commissione regionale Antimafia

Sull’audizione è intervenuto anche il consigliere regionale del Carroccio e vicepresidente della commissione regionale Antimafia Alex Galizzi: “Il tecnico comunale ha reso una ricostruzione ma di fatto non è chiaro perché, con un subappalto di fatto fermo da mesi, non abbia a suo dire coinvolto l’amministrazione e quest’ultima non si sia interessata. Certo, questioni legate alla legalità e all'antimafia sono sempre delicate e difficili da trattare, però non vorrei che anche in Lombardia si iniziasse a fare finta di nulla. Non vorrei che troppi sui social e sulla stampa facciano i detentori della legalità e dell'antimafia quando c’è da puntare il dito sugli altri ma poi da amministratori e cittadini si girano e nulla sanno e vedono. Resto rammaricato e ritengo che sia grave comunque che gli uffici della Prefettura non siano stati di supporto nella vicenda”.

Il commento del sindaco Ventura

Il sindaco Ventura ci ha tenuto a ringraziare “la presidente della commissione regionale: ogni momento di confronto tra le istituzioni è sempre positivo. Abbiamo ribadito la linearità delle nostre azioni e la scelta di garantire la massima trasparenza ai cittadini. Sarà sicuramente importante il supporto della commissione nei progetti che abbiamo in cantiere, per garantire il rispetto rigoroso delle regole”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI