Giornale dei Navigli > Cronaca > Spara alla compagna e rapisce la figlia piccola
Cronaca Naviglio grande -

Spara alla compagna e rapisce la figlia piccola

Protagonista della vicenda un uomo di 41 anni fermato dai carabinieri

arrestano tre spacciatori

Spara alla compagna e rapisce la figlia piccola.

Spara alla compagna e rapisce la figlia piccola

SONDRIO – Prima ha sparato alla compagna, poi ha preso la figlia ed è scappato.

L’attività dei carabinieri

Le indagini sono partite immediatamente e stamattina i carabinieri del Comando Provinciale di Sondrio hanno dato esecuzione al decreto di fermo emesso dal sostituto procuratore di Sondrio Stefano Latorre. L’uomo, 41 anni, deve rispondere dell’accusa di tentato omicidio aggravato e sequestro di persona aggravato.

La dinamica

Tutto è iniziato ieri sera, quando è arrivata una chiamata alla centrale operativa del Comando carabinieri della Valtellina con la quale si segnalava una lite in famiglia in una frazione di montagna di Berbenno in Valtellina. Immediato l’intervento di una pattuglia inviata sul posto dalla centrale. I militari hanno trovato in casa la donna, 29 anni, colpita da due proiettili sparati dal compagno convivente. La donna ha raccontato che era stato lui a premere il grilletto e che era poi scappato portando via anche la figlia piccola, un anno e mezzo di età. Sparita anche l’arma: i militari non sono riusciti a trovarla nell’appartamento.

Le ricerche

Sono scattate immediatamente le ricerche, anche i famigliari si sono messi alla caccia dell’uomo, dando preziose indicazioni ai militari sui luoghi dove avrebbe potuto rifugiarsi. Vengono passati al setaccio tutti i luoghi, fino a una località di montagna dove erano presenti due baite di famiglia. Nascosto in una di queste c’era l’uomo, armato, con sua figlia, chiuso all’interno. I carabinieri hanno provato a convincerlo a uscire e a consegnarsi e con l’intervento del padre, presente insieme ai militari, sono riusciti a fermarlo.

I soccorsi alla bambina

Sul posto anche un’ambulanza che ha visitato la piccola, portandola al pronto soccorso per accertamenti, dove già si trovava la mamma, ricoverata per le lesioni subite in seguito alla sparatoria. La bambina si trova ora affidata a un parente, mentre la donna è ancora in cura presso l’ospedale di Sondrio: per fortuna non si trova in pericolo di vita.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente