Menu
Cerca
OPERAZIONE ANTIDROGA

Spacciatori alla stazione di San Donato: ancora controlli della Questura

L’attività costante di monitoraggio della polizia ha portato, nei giorni scorsi, a 46 provvedimenti nei confronti di pregiudicati.

Spacciatori alla stazione di San Donato: ancora controlli della Questura
Cronaca San Donato, 14 Febbraio 2021 ore 11:40

Spacciatori alla stazione di San Donato: ancora controlli della Questura.

Spacciatori alla stazione di San Donato: ancora controlli della Questura

SAN DONATO MILANESE – Ancora fari puntati sulla stazione di San Donato. Un’attività costante di monitoraggio da parte della polizia che ha portato, nei giorni scorsi, a 46 provvedimenti nei confronti di pregiudicati che frequentavano la stazione ferroviaria.

Emessi 46 provvedimenti nei confronti di pregiudicati

Nell'ultima operazione sono stati emessi 17 fogli di via obbligatori e 5 avvisi orali, adottati nei confronti di frequentatori della stazione e del boschetto di Rogoredo per consumare droga.

Destinatari per la maggior parte italiani

I destinatari, prevalentemente italiani con precedenti penali o di polizia per reati contro il patrimonio e in tema di stupefacenti, sono stati trovati in possesso di siringhe e di altri oggetti utili alla preparazione e al consumo della droga.

Per loro sarà vietato tornare a San Donato

Al momento della notifica del foglio di via, i destinatari verranno rimpatriati presso i comuni di residenza e sarà fatto loro divieto di rientrare a San Donato per un periodo che varia da uno a tre anni. Alle persone colpite dall’avviso orale, invece, sarà intimato di “tenere una condotta di vita conforme alla legge, a pena di incorrere in più gravi conseguenze”.

Continua l’attività di monitoraggio del Questore

Il costante monitoraggio delle aree degradate e la successiva adozione delle misure di prevenzione del Questore persegue l'obiettivo di restituire il territorio ai cittadini, innalzando la percezione di sicurezza e permettendo una migliore fruizione delle aree e dei servizi pubblici.

A conferma dell'efficacia, sottolinea ancora la Questura, si evidenzia che i 46 destinatari delle misure già adottate, non sono stati più rintracciati nelle aree monitorate in occasione degli ulteriori controlli.