Giornale dei Navigli > Cronaca > Si spacciano per nipoti in difficoltà: ecco l’ultima truffa ai danni degli anziani
Cronaca Corsico -

Si spacciano per nipoti in difficoltà: ecco l’ultima truffa ai danni degli anziani

La segnalazione arriva anche da Opera e altri comuni del Sud Milano.

nuova truffa anziani

Si spacciano per nipoti in difficoltà: ecco l’ultima truffa ai danni degli anziani.

Si spacciano per nipoti in difficoltà: ecco l’ultima truffa ai danni degli anziani

CORSICO – A dare l’allarme sui social è stata una cittadina, Maria Carla Rossi, che ha pubblicato un post per mettere in guardia sulla nuova truffa messa in atto da persone senza scrupoli per raggirare gli anziani, capitata alla suocera.

Mettere in allerta i propri famigliari

Una signora che, avendo già subito altre truffe in passato, “è rodata su queste chiamate – spiega Rossi – ma è importante che figli e nipoti mettano in allerta i propri famigliari, affinché questi criminali non possano trovare più terreno fertile per le loro truffe”.

La truffa messa in atto

Ed ecco il raggiro: una voce femminile chiama il numero di un’anziana, dice di essere la nipote che ha bisogno di aiuto e chiede quando può passare da casa per parlare con la destinataria della chiamata. Con ogni probabilità l’incontro si tradurrà nel tentativo di derubare l’anziana malcapitata di soldi e gioielli, come è successo altre volte.

Tante le segnalazioni

La segnalazione arriva anche da Opera e altri comuni del Sud Milano. “Mia suocera era stata chiamata tempo fa da un tizio che si spacciava per avvocato difensore del figlio che aveva fatto un improbabile incidente, chiedendo soldi per la cauzione – elenca Rossi –. Un’altra volta era un finto addetto per verificare il funzionamento dello scaldabagno e un’altra ancora un sedicente impiegato Inps che doveva controllare i cedolini”.

Importante denunciare

Le truffe sono tante e le forze dell’ordine intervengono quando possono. Spesso, infatti, per la vergogna, gli anziani non denunciano. Niente di più sbagliato: senza denuncia le forze dell’ordine non possono avviare indagini e stanare i farabutti che non hanno scrupoli neanche di fronte agli anziani. I suggerimenti delle forze dell’ordine sono di non aprire a nessuno la porta di casa e di avvertire i carabinieri in caso di presenze sospette. Inoltre, in caso di telefonate da persone che si spacciano per parenti, basta una chiamata al famigliare per assicurarsi che non si tratti di lui. È consigliabile, inoltre, allertare i parenti più anziani, magari posizionando anche dei bigliettini vicino al telefono, per ricordare la possibilità di truffe, e appendere dei cartelli agli ingressi dei portoni e condomini.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente