Cronaca
ricerche ancora in corso

Scena da film sulla tangenziale est di Milano: dopo un controllo scatta la caccia all'uomo e un fuggitivo si getta nel Lambro

Il fuggitivo gettatosi nel fiume e è stato cercato per diverse ore e poi stato "ripescato" dai Vigili del Fuoco. Nessuna traccia invece dell'altro uomo.

Scena da film sulla tangenziale est di Milano: dopo un controllo scatta la caccia all'uomo e un fuggitivo si getta nel Lambro
Cronaca Naviglio grande, 27 Ottobre 2022 ore 09:45

Fuggono a piedi dopo aver tamponato l'auto della Polizia Stradale, scatta l'inseguimento ma uno dei due si butta nelle acque del fiume Lambro. E' accaduto ieri pomeriggio, mercoledì 26 ottobre 2022, tra Sesto San Giovanni e Cologno Monzese: il fuggitivo gettatosi nel fiume "ripescato" dai Vigili del Fuoco.

Inseguimento da film: malvivente in fuga si getta nel Lambro

Come riportano i colleghi di Prima La Martesana, tutto ha avuto inizio verso le 15.30 quando una Ford con a bordo due persone ha tamponato una pattuglia della Polizia Stradale sulla bretella che collega l'uscita della Est con viale Italia a Sesto, a ridosso del centro commerciale Vulcano. Dopo l'incidente, gli occupanti della macchina hanno iniziato a scappare a piedi, abbandonando il veicolo incidentato sul posto. Forse era rubato, oppure a bordo c'era qualcosa che "scottava".

La caccia all'uomo

Al momento non sono arrivate conferme su questo aspetto. Ed è a quel punto che è iniziata una vera caccia all'uomo (o meglio, agli uomini) che ha coinvolto non solo la Polizia, ma anche i pompieri e i Carabinieri della Compagnia di Sesto, intervenuti in ausilio dei "cugini" per agevolare le ricerche.

Le ricerche in acqua di uno dei fuggitivi

I malviventi si sono divisi. Uno dei due ha tentato il tutto per tutto, raggiungendo la boscaglia che circonda l'alveo del Lambro. E si è buttato in acqua. Qui sono entrati in gioco i sommozzatori dei Vigili del Fuoco, che hanno iniziato a scandagliare il fiume nel tentativo di rintracciare e recuperare il malvivente. Alla fine, dopo diverse ore di ricerca, è stato identificato e fermato: si trovava all'interno di una vasca di decantazione. Il tutto in attesa di risalire al complice, che al momento è ancora alla macchia.

 

 

Seguici sui nostri canali