Giornale dei Navigli > Cronaca > Rubano zaino a un cliente nel fast food: fermati dalla polizia VIDEO
Cronaca Naviglio grande -

Rubano zaino a un cliente nel fast food: fermati dalla polizia VIDEO

Denunciati dalla polizia con l’accusa di furto in concorso ai danni di un 43enne che stava pranzando in un fast food in centro a Milano.

Rubano zaino

Rubano zaino a un cliente nel fast food: fermati dalla polizia VIDEO.

Rubano zaino a un cliente nel fast food: fermati dalla polizia VIDEO

MILANO – Senza documenti, irregolari in Italia: due giovani, che si sono dichiarati minorenni, nati in Francia e in Libia, sono stati denunciati dalla polizia con l’accusa di furto in concorso ai danni di un 43enne che stava pranzando in un fast food in centro a Milano.

Gli agenti erano fuori ad aspettarli

Durante un servizio di controllo e contrasto ai furti, i poliziotti della Squadra Mobile hanno notato due giovani stranieri che, giunti nei pressi di un fast food in corso Vittorio Emanuele, hanno cominciato a osservare dall’esterno i clienti presenti. Dopo aver scrutato tutti gli avventori per individuare la possibile vittima del furto, i due si sono posizionati nelle vicinanze di alcuni tavoli occupati da commensali. I giovani hanno notato che uno dei clienti aveva appoggiato lo zaino per terra, sotto la sedia su cui era seduto per consumare il pranzo. Si sono avvicinati e, dopo essersi accertati che nessuno li stesse osservando, si sono posizionati: uno faceva da palo e copriva l’amico che, nel frattempo, si è allungato verso la sedia e ha portato via lo zaino senza farsi vedere dal proprietario. Dopo aver afferrato lo zaino, lo ha tirato verso sé ed è uscito dal locale, sicuro di farla franca. Ma gli agenti erano lì fuori ad aspettarli e hanno fermato i due giovani ladri.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente