Giornale dei Navigli > Cronaca > Rifiuti illeciti in partenza per la Bulgaria: sequestrate 815 tonnellate VIDEO
Cronaca Naviglio grande Sud Milano -

Rifiuti illeciti in partenza per la Bulgaria: sequestrate 815 tonnellate VIDEO

Invece di rifiuti recuperabili, come scritto nei documenti, c'era plastica, gomma e scarti industriali.

Rifiuti illeciti

Rifiuti illeciti in partenza per la Bulgaria: sequestrate 815 tonnellate.

Rifiuti illeciti in partenza per la Bulgaria: sequestrate 815 tonnellate

LECCO – Dopo il sequestro di numerose aree abusive o dismesse del Nord Italia adibite a discarica di rifiuti, presso lo scalo ferroviario di Lecco, i carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Milano, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e Monopoli – Ufficio delle Dogane di Como-Sezione Operativa Territoriale di Lecco, e con l’Agenzia Regionale per la protezione ambientale Lombardia – Dipartimento di Lecco, hanno proceduto al controllo di una spedizione transfrontaliera di rifiuti, in procinto di essere inviata verso uno stabilimento di recupero in Bulgaria.

Erano dichiarati come rifiuti recuperabili

I rifiuti anziché essere costituiti da scarti di plastica recuperabili, come certificato in atti, risultavano essere composti prevalentemente da materiali industriali misti (plastica e gomma, stoffa, gommapiuma, tetrapack, imballaggi misti e altro). Oggetti e materiali che erano il risultato di operazioni di trattamento già effettuate presso altri impianti e che non presentavano ulteriori frazioni valorizzabili o riciclabili.

Sequestrata un’intera spedizione costituita da un carico di 582 balle

Rifiuti illeciti

Al termine degli accertamenti, è stata sequestrata l’intera spedizione costituita da un carico di 582 balle riposte su 17 carri ferroviari, per un peso complessivo di 815 tonnellate, il cui valore si aggira attorno ai 130mila euro. Le indagini dei Carabinieri del Noe di Milano sono ancora in corso.

Indagini in corso dei Carabinieri del Noe di Milano

Ancora tanti dubbi e ipotesi da chiarire: gli inquirenti dovranno fare luce sulla filiera dell’operazione e capire se possa essersi trattato di una caso isolato o esistano altri trasferimenti di rifiuti verso l’estero o in altre parti d’Italia. Nei prossimi giorni saranno svolte le attività di campionatura e caratterizzazione dei rifiuti allo scopo di procedere alla successiva rimozione e trasporto presso impianti autorizzati.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente