Giornale dei Navigli > Cronaca > Si rifiuta di mettere la mascherina in metro e minaccia con un coltello i vigilanti: arrestato
Cronaca Naviglio grande -

Si rifiuta di mettere la mascherina in metro e minaccia con un coltello i vigilanti: arrestato

Diversi controlli, fermi e denunce anche alla fermata metro di Porta Genova.

rifiuta mascherina metro coltello

Si rifiuta di mettere la mascherina in metro e minaccia con un coltello i vigilanti: arrestato.

Si rifiuta di mettere la mascherina in metro e minaccia con un coltello i vigilanti: arrestato

MILANO – Quando il personale di Atm ha detto al 71enne che per usare i mezzi pubblici avrebbe dovuto indossare la mascherina, l’uomo ha estratto un coltello da cucina, con una lama lunga oltre 20 centimetri e l’ha puntato contro i due vigilanti. Gli agenti delle Volanti si sono precipitati alla fermata della metro di Lambrate, da dove era arrivata la chiamata di aiuto. Il 71ennne, italiano, non voleva indossare la mascherina e pretendeva di salire ugualmente a bordo del mezzo pubblico. Subito dopo la chiusura delle porte della carrozza, l’uomo, che non è riuscito a salire, ha estratto dalla giacca il coltello e ha minacciato i due vigilanti Atm. Immediatamente disarmato, l’uomo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, indagato per porto d’armi e sanzionato per la violazione della normativa per il contrasto al covid.

Altri interventi nel week end

Non è tutto: i poliziotti sono stati impegnati nel weekend anche nel controllo delle autocertificazioni, da portare sempre dietro per chi si trova fuori casa dalle 23 alle 5 del mattino. Quattro persone che non hanno rispettato l’ordinanza del Ministero della Salute sono stati sanzionati e uno di questi ha ricevuto la multa anche per il mancato utilizzo della mascherina. Gli accertamenti sono continuati nelle zone della movida milanese. I poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Milano, con le unità della Polmetro e le unità cinofile da ordine pubblico, affiancati dagli agenti del Reparto Mobile e della polizia scientifica, hanno monitorato in particolare la zona dei Navigli.

198 persone controllate alla metro Porta Genova

Nel corso del servizio presso la stazione della metro Porta Genova, sono state controllate circa 198 persone. Di queste, due cittadini romeni maggiorenni sono stati accompagnati in Questura perché, dalla verifica in banca dati, sono risultati destinatari di provvedimenti giudiziari riguardanti la permanenza sul territorio nazionale. Entrambi sono stati denunciati. Un italiano è stato denunciato in stato di libertà perché girava armato di un coltello a farfalla lungo 22 centimetri. Denuncia, per ricettazione, anche per un minorenne: aveva in tasca una tessera sanitaria rubata. In più, undici persone sono state sanzionate per il mancato uso della mascherina e altre due sono state multate per il mancato rispetto delle limitazioni agli spostamenti tra le ore 23 e le ore 05. Al termine del servizio, nell’area della stazione della metro, sono stati trovati e sequestrati, a carico di ignoti, cinque bottiglie di superalcolici, quattro bustine con 7,40 grammi di hashish e una bustina con 4,70 grammi di marijuana.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Protesta studenti Falcone Righi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente