Giornale dei Navigli > Cronaca > Rapinatore seriale di centri estetici: arrestato dalla polizia VIDEO
Cronaca Naviglio grande Sud Milano -

Rapinatore seriale di centri estetici: arrestato dalla polizia VIDEO

Il 45enne sarebbe responsabile di almeno altre cinque rapine avvenute nell’arco del mese di gennaio.

Rapinatore seriale centri estetici

Rapinatore seriale di centri estetici: arrestato dalla polizia.

Rapinatore seriale di centri estetici: arrestato dalla polizia

MILANO – È finito in manette un 45enne cittadino kosovaro, accusato del reato di rapina aggravata.

Le indagini partite da una rapina in Melchiorre Gioia

Le indagini, condotte dai poliziotti del Commissariato Garibaldi-Venezia, hanno avuto inizio subito dopo la rapina avvenuta presso un centro estetico di via Melchiorre Gioia nella sera dello scorso 6 febbraio. Il 45enne ha fatto irruzione nel centro estetico, nel pieno delle attività lavorative, e con volto parzialmente coperto da un cappuccio e uno scalda collo ha estratto un coltello a farfalla di grosse dimensioni. L’uomo ha minacciato con l’arma i presenti e ha detto al personale del centro di consegnare subito tutto il denaro.

Sarebbe responsabile di altre cinque rapine in un mese

Le commesse, terrorizzate, sono rimaste pietrificate, mentre l’uomo si è impossessato di tutti i soldi della cassa, dei cellulari delle dipendenti e del denaro di una delle clienti. Secondo gli accertamenti, il 45enne è responsabile di almeno altre cinque rapine avvenute nell’arco del mese di gennaio, tutte messe a segno in centri estetici, sempre in orario di intensa attività. Per farsi consegnare soldi e telefoni, ha sempre utilizzato il grosso coltello a farfalla (circa 15 centimetri), con cui minacciava dipendenti e clienti.

Notizia in aggiornamento.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente