Giornale dei Navigli > Cronaca > Ragazzini in gruppo e senza mascherine: 400 euro di multa a testa
Cronaca Cesano Boscone -

Ragazzini in gruppo e senza mascherine: 400 euro di multa a testa

Erano già stati avvisati più volte, uno ha violato la quarantena. Ma alcuni genitori hanno difeso il comportamento dei figli.

Ragazzini gruppo senza mascherine

Ragazzini in gruppo e senza mascherine: 400 euro di multa a testa.

Ragazzini in gruppo e senza mascherine: 400 euro di multa a testa

CESANO BOSCONE – In gruppetto e senza mascherina, ignorando completamente le disposizioni per limitare la possibilità del contagio. E non era neanche la prima volta che accadeva: alcuni dei ragazzini sorpresi a fare gruppo in piazza Giovanni XXIII erano già stati avvisati. Una raccomandazione, un ammonimento.

Ignorato il primo avvertimento ricevuto

Ma a nulla è servito, perché la decina di giovani, tra i 15 e i 17 anni di età, hanno ignorato ancora una volta il divieto di girare senza mascherina e di fare assembramenti. Le segnalazioni alla polizia locale sono arrivate da più cittadini: gli agenti sono quindi intervenuti e hanno fatto semplicemente il proprio lavoro. Hanno multato i ragazzini irresponsabili, con 400 euro a testa, per comportamento che viola le norme anti contagio. Un comportamento che dovrebbe essere di buon senso, di fronte a una pandemia e ai dati su Cesano Boscone (oltre 170 contagiati e 19 decessi).

Difesi da alcuni genitori

Ma il buon senso è mancato anche ad alcuni dei genitori dei giovani che invece di riprenderli li hanno difesi, attaccando il lavoro degli agenti. Ma non è tutto. Su uno dei ragazzini fermati si stanno effettuando accertamenti: dai primissimi controlli, potrebbe aver violato anche l’obbligo di quarantena, essendo a stretto contatto con un famigliare positivo al covid. Un comportamento gravissimo che metterebbe in pericolo gli altri, a partire dagli amici con cui si è ritrovato infrangendo consapevolmente ogni tipo di disposizione.

Stesse situazioni negli altri comuni

Un problema, quello dei giovani che creano assembramenti e ignorano l’obbligo di indossare la mascherina, che vivono anche i comuni vicini. Diverse le segnalazioni a Trezzano e a Rozzano, ma anche a Buccinasco: il sindaco Rino Pruiti ha pubblicato una foto che ritrae un numeroso gruppo di giovani radunato sotto uno dei gazebi dei parchi. “Se si va avanti così – ha paventato – sarò costretto a prendere ancora provvedimenti restrittivi, per tutelare la salute dei cittadini”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente